Genoa, difesa a tre o a quattro? Col Venezia si riparte da dove si era finito

16.01.2023 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

La seconda posizione è lì, a tre lunghezze e la gara odierna arriva proprio a puntino per provare a raggiungere la Reggina e staccare nuovamente un Bari che attualmente è seduto col Grifone sulla terza piazza dopo il netto successo conseguito al San Nicola contro il Parma. Rinfrancato dalla prestazione di Roma contro una delle squadre più forti del campionato di Serie A, il Grifone vuole continuare a cavalcare l'onda che, ricordiamo, ha portato in dote dieci punti nelle ultime quattro partite nel campionato cadetto. 

Per farlo potrebbe tornare alla squadra che ha vinto contro Frosinone e Bari negli ultimi due turni di campionato. Quindi Strootman in campo dal primo minuto, Bani nuovamente in difesa assieme a Dragusin, Hefti sulla fascia destra con Sabelli (o in alternativa, magari a gara in corso, Criscito sulla sinistra). Rispetto alla gara di Coppa Italia riecco pure Frendrup dal primo minuto come pure la coppia formata da Aramu e Gudmundsson. In porta Semper dovrebbe ritrovare il posto anche se Martinez non ha affatto demeritato con alcuni interventi interessanti sia in Puglia che nel Lazio. Resta probabilmente l'unico vero dubbio sull'attaccante e sul modulo da adottare. Coda ha giocato a Roma, Puscas lo ha fatto a Bari e in parte nella Capitale. I due si giocano il posto.

Per quanto riguarda il modulo la scelta potrebbe cadere sulla difesa a tre oppure su quella a quattro. Cambierebbe poco negli interpreti. In Coppa il Genoa si era schierato a specchio con la Roma, quindi coi tre difensori e cinque centrocampisti, tre centrali e i due sulle fasce. 

Il Venezia proporrà Jajalo in mezzo al campo nel 3-5-2 di mister Vanoli. Il giocatore ex Udinese dovrà essere quello che detterà i tempi cercando di creare qualche preoccupazione coi suoi passaggi alla retroguardia genoana. In attacco occhi aperti per la difesa di casa sul finlandese Pohjanpalo che segna ma fa pure segnare con la sua difesa del pallone. Queste le probabili formazioni.

GENOA: Semper (Martinez), Hefti, Bani, Dragusin, Sabelli (Criscito), Frendrup, Strootman, Jagiello, Aramu, Gudmundsson, Puscas (Coda)

VENEZIA: Joronen, Wisniewski, Ceppitelli, Ceccaroni, Zampano, Crnigoj, Jajalo, Andersen, Haps, Pohjanpalo, Johnsen