Genoa, la carica degli oltre mille per la sfida al Napoli

14.05.2022 10:41 di Franco Avanzini   vedi letture

Una tifoseria in movimento, una tifoseria che crede nel miracolo sportivo e che non lascia mai sola la propria squadra. Saranno più di 1000 i sostenitori del Genoa che seguiranno la formazione del tecnico Alexsander Blessin nella difficile trasferta di Napoli. Allo stadio Maradona la squadra proverà ad inanellare una nuova impresa dopo quella messa in atto contro la Juventus. Non semplice però, perché gli Azzurri vorranno chiudere al meglio la loro stagione casalinga, vorranno sigillare il discorso inerente al terzo posto e omaggiare Lorenzo Insigne che chiude con il Napoli in attesa di volare oltre Oceano in Canada.

Insomma i motivi affinché la squadra del tecnico Luciano Spalletti voglia fare bella figura ci sono tutti. E probabilmente, aggiungiamo, c'è pure una voglia di rivalsa dello stesso allenatore contro una tifoseria che non lo ama proprio. Ma, talvolta nel calcio, le motivazioni contano più di mille parole e di mille presupposti. 

Ecco il Genoa ha sicuramente motivazioni altissime in questo finale di stagione. C'è da ri-conquistare la massima serie, da tenerla stretta e finalmente da poter ripartire, dal prossimo mercato estivo, con una nuova era non più di sofferenza. Purtroppo, ed è un dato di fatto, non basterà vincere in Campania e poi superare il Bologna a Marassi per mantenere la categoria perché molto dipenderà dai risultati delle avversarie dirette partendo da Empoli-Salernitana che si gioca alle ore 15 questo pomeriggio. 

Proprio gli amaranto sono nel mirino del Grifone. La speranza è che l'Empoli voglia chiudere al meglio la propria stagione. Mister Andreazzoli in conferenza stampa ha affermato di voler conquistare un successo casalingo da regalare ai tifosi. La speranza è che poi sul campo si concretizzi quanto sperato o detto a parole anche se pure in questo caso (non vogliamo assolutamente far torto a nessuno) le motivazioni alla fine contano. 

Ma alla fine quello che conterà sarà il Genoa e la sua trasferta a Napoli, lo spirito con cui Criscito e compagni affronteranno questa contesa. Difesa ferrea ma anche offensive fulminee per mettere in difficoltà la retroguardia avversaria. Poi ovviamente occorrerà metterla dentro e qui ci vorrà l'aiuto un po' di tutti, degli undici che andranno in campo ma pure di coloro che subentreranno a gara in corso. Non più di sette giorni fa furono proprio i subentranti a regalare la vittoria al Grifone, Gudmundsson con la rete del pareggio e Yeboah procurandosi il calcio di rigore decisivo al 95esimo. 

Dagli spalti il sostegno ci sarà, per tutti i minuti della gara, toccherà poi ai giocatori trasformarlo in energia positiva per poter poi festeggiare a fine partita e per regalare un rientro alla base ai sostenitori rossoblu con la speranza che la salvezza possa essere assolutamente possibile.