Genoa: con Vitinha la primavera è già iniziata qualche settimana fa

22.03.2024 11:45 di Radazione Genoa News 1893   vedi letture

Vitinha in questa pausa di campionato si racconta a Il Secolo XIX e La Gazzetta dello Sport con due interviste molto simili che nascondono un sottotesto molto interessante.

Il portoghese a differenza di una decina di giorni fa sembra virare nettamente rispetto al suo pensiero su Genova e il Genoa, nello specifico sulla voglia di restare o meno in rossoblù.

Se prima rimetteva tutto al Marsiglia detentore del suo cartellino, adesso ci mette anche del suo – non che possa modificare sensibilmente la contrattazione a fine campionato – ma sicuramente esprime una sua sensazione positiva a proseguire il suo percorso con la maglia del Grifone.

Il Genoa a gennaio ha fatto un’ottima operazione portandosi a casa un attaccante vero che ha bisogno di giocare e ritrovarsi.

Da oggetto misterioso degno di nota solo per i video su YouTube, Vitinha ha dimostrato nelle ultime giornate di avere trovato l’equilibrio di cui era alla ricerca.

Un problema familiare che lo preoccupa che certamente non aiuta un ragazzo che è uscito dalla sua confort zone forse troppo presto e con un peso di una valutazione molto alta, lo hanno frenato nel suo percorso di crescita transalpino.

Qui, nella terra del “mugugno” e del “maniman” invece ha trovato una squadra capace di farlo sentire importante e un allenatore che ha capito subito di che pasta fosse fatto. C’è voluto poco per scalare i ranghi e presentarsi al cospetto di Inter, Monza e Juventus  sfoderando buone prestazioni.

E con quelle, da buon attaccante di razza, ha ritrovato il sorriso che potrà sembrare banale, ma aiuta - eccome - a giocare a calcio. Sì perché nonostante i milioni che girano intorno al circo pallonaro, il calcio è e rimane sempre un gioco, soprattutto per i più giovani che hanno ancora la spensieratezza.

Il ragazzo si è dimostrato sensibile e tanto fa per persone come lui, trovarsi nell’ambiente giusto. Questo Zeneise, fortuna per il Grifone, gli sembra cucito addosso al momento.

Da qui alla fine del campionato le possibilità sono tante, non è da escludere neppure il riscatto a 25 milioni, sempre che tra aprile e maggio il portoghese dimostri che in primavera valga tutti questi euro.

Ora c’è un Genoa che guarda in alto e nulla è proibitivo, nulla è scontato. Ma se ad essere scontato fosse proprio il cartellino di Vitinha, beh quello sarebbe ancora meglio…


Altre notizie - News
Altre notizie