Qatar 2022, ottavi, i rigori promuovono il Marocco; Bounou sugli scudi

06.12.2022 18:47 di Franco Avanzini   vedi letture

Che partita! Marocco e Spagna non si guardano in distanza ma attaccano con buona soluzione di continuità. Nord africani che operano sulla fascia destra con il duo Hakimi-Ziyech mettendo in difficoltà gli avversari mentre gli spagnoli palleggiano molti, tanti scambi corti ma anche azioni offensive comunque pericolose.

Bounou, portiere marocchino, dimostra buona tecnica anche nello scartare Asensio. Boufal ha uno spettacolare gioco di gambe che fa impazzire lo stadio colorato di "rosso" africano. Sull'altro fronte Gavi colpisce una traversa da buona posizione mentre anche Asensio spinge parecchio ma non riesce a centrare la porta. 

A mandare il pallone tra i pali della porta di Unai Simon ci pensa Mazraoui ma il portiere iberico in due tempi para; anche Aguerd avrebbe una buona opportunità ma di testa non centra il bersaglio grosso. 

Le due squadre cercano di superarsi con le armi in proprio possesso. Non facile per la Spagna aver ragione di un Marocco ben messo in campo e con elementi certamente di valore tra le sue fila. Gli iberici provano anche a ruotare gli elementi in campo per trovare il pertugio giusto per superare la compagine avversaria. Così pure per questa gara, dopo Giappone-Croazia, servono i tempi supplementari.  

Cheddira attaccante del Bari avrebbe la grandissima occasione per portare avanti i suoi ma la sua conclusione termina addosso ad Unai Simon. Spagna che fa girare la sfera andando a sbattere contro El Yamiq e soci senza riuscire a bucarli. A testa bassa gli iberici che non vogliono arrivare ai calci di rigore. Ma la squadra di Luis Enrique va a folate e manca di continuità. Attacca a spron battuto la compagine iberica ma non arrivano reali occasioni per segnare. A fallire la rete partita è l'ultimo entrato Sarabia con il pallone che scheggia il palo della porta di Bounou. Ed ecco i rigori. A partire è la squadra marocchina.

Sabiri (gol); Sarabia (palo); Ziyech (gol); Soler (parato); Benoun (parato); Busquets (parato); Hakimi (gol)