Galli (ospedale Sacco): "Possibile anche un errore di laboratorio"

28.09.2020 23:24 di GianPiero Gallotti   Vedi letture
Fonte: TMW

Massimo Galli, responsabile per le malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, ha commentato così la notizia dei 14 positivi riscontrati all'interno del Genoa: "Se tutti i test erano negativi un paio di giorni fa e ora sono tutti positivi, mi chiedo se la società abbia fatto dei riscontri immediati su questi test. Qualche dubbio sulla faccenda me lo fanno sorgere - ha dichiarato a Sky Sport - Mi è già capitato di vedere in tutti questi mesi qualche epidemia di positività che poi non si è rivelata tale. Questa totale sincronia nella positività è possibile ma vengono dei dubbi. Trovare delle false positività è possibile per un errore di laboratorio. Non punto il dito contro nessuno ma è una cosa che capita. Credo che tutti questi casi necessitino di una conferma".

Come si può andare avanti senza falsare il campionato?
"Prima dobbiamo capire come siamo messi nello sviluppo dell'epidemia. Questo ha la priorità rispetto al campionato. Non credo che ci dobbiamo fasciare la testa per un nuovo blocco. Questa vicenda del Genoa è molto particolare e meritevole di una conferma. Anche per questo positivizzarsi di molti test contemporanei dopo la negatività dei giorni precedenti. Tutto è possibile, compreso un errore di laboratorio. Fino alla conferma, in un caso del genere, bisogna valutare con cautela la situazione. Se tutto verrà confermato, allora dovremo chiederci come è stato possibile arrivare a dei numeri tali solo lavorando insieme. I tempi dell'incubazione sono 5-6 giorni se uno ha dei sintomi, un po' meno per renderlo visibile con i test che facciamo. Quello che mi stupisce è la positività contemporanea dopo che i test precedenti erano tutti negativi. Non è facilissimo, con presenza all'aperto e dinamica, trasmettere il virus a molti giocatori, quindi anche a quelli del Napoli che hanno incontrato ieri il Genoa".