Genoa - Lecce, il primo tempo di una gara importante per la salvezza (live)

19.07.2020 19:25 di Franco Avanzini   Vedi letture

Dopo 5 minuti di recupero arriva il doppio fischio dell'arbitro Doveri che determina la fine del primo tempo

Allo scadere del primo tempo il Lecce sbaglia un rigore con Mancosu calciando alle stelle e concesso per un precedente galloni mano di un genoano

Al 39' palla pericolosa in area genoana ma Farias, tutto solo, la colpisce male mandandola fuori Ammonito Petriccione per gioco scorretto

Superata la mezzora con le due squadre che non riescono a creare grandi occasioni da rete

Babacar a terra infortunato, entra Lapadula

Si riparte con la partita e con il Genoa sempre avanti sull'1-0

Cooling break al 26'

Proteste leccesi per un intervento di Barreca su Saponara, per l'arbitro l'intervento del genoano era regolare

Lecce che cerca di serrare i tempi per provare a recuperare il risultato 

Ancora Barak da fuori, palla alta al 19'

In area pericoloso ancora il Kouma ma la palla non arriva a Saponara che commette fallo

Al 16' ci prova da fuori area Babacar, palla in Gradinata Nord

Ammonito Lerager per gioco falloso

Si fa male Sturaro costretto ad uscire, entra Barreca

Quattro minuti dopo risposta del Lecce con un colpo di testa alto di Petriccione

GOL DEL GENOAAAA! Al 7' Toni Sanabria segna con un tocco perfetto sul servizio Pandev, 1-0

Al 2' comunque Pandev impegna a terra Gabriel con un tiro effettuato con la punta

Lecce che ha battuto calcio d'inizio ma il Lecce è apparso subito intraprendente

Ecco i calciatori che si siederanno in panchina, i primi ad entrare i giocatori del Lecce

Squadre che stanno per entrare in campo, arbitra Doveri di Roma

Un campionato in una partita o quasi. Genoa-Lecce è sicuramente un incontro che può valere la permanenza o meno nella prossima stagione di Serie A. Certo, mancheranno ancora quattro gare alla chiusura di questa tormentata annata ma la squadra che dovesse uscire battuta potrebbe subire un contraccolpo psicologico niente male. E l'assenza del popolo rossoblu non è da sottovalutare: i giocatori dovranno trovare la spinta contando solamente sulle proprie forze e sostenendosi a vicenda. Non potrà essere una bolgia Marassi ma le immagine che dovranno rimanere impresse ai giocatori dovranno essere quelle delle partite nelle quali lo stadio era tutto pavesato di rossoblu, dei cori, delle bandiere e delle urla dei sostenitori assiepati sugli spalti.