Mihajlovic: "A Genova per cancellare l'ultima brutta gara casalinga"

20.05.2022 10:52 di Franco Avanzini   vedi letture

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna, ha parlato in conferenza stampa in vista dell'ultima gara di campionato che vedrà i felsinei scendere in campo al Ferraris contro il già retrocesso Genoa. Lo stesso tecnico ha espresso parole di ringraziamento a chi si è adoperato affinché si potesse raggiungere la chiusura stagionale calcistica: "Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno lavorato qui e che ci hanno permesso di allenarci e giocare sempre con regolarità, inoltre ringrazio i tifosi per averci sempre sostenuto e esserci stati vicino".

Una gara, quella contro il Genoa, che non ha nulla da mettere in palio: "La settimana scorsa abbiamo disputato una bruttissima gara. A tre giornate dal termine eravamo a 43 punti, pensavo di poter battere il record di punti. Abbiamo pagato contro il Venezia e praticamente non giocato contro il Sassuolo. Personalmente mi ha fatto male perché ho sempre chiesto ai ragazzi di battersi sempre come avrei fatto io fossi stato in campo. Le motivazioni si cerca dentro di se. Il Genoa è in B ma non sarà un incontro semplice, le motivazioni però, ripeto, ognuno deve cercarle dentro di se".

Formazione in campo contro i liguri identica a quella dell'ultima gara? "Non lo so. Sicuramente in undici scenderemo in campo. Difficilmente schiererò la stessa formazione. Importante sarà usare la testa e non come contro il Sassuolo contro i quali abbiamo preso dei gol incredibili, come se avessimo staccato la spina". Un Bologna che potrebbe presentare qualche ragazzo della Primavera in campo: "Amey, Urbanski, Raimondo e Stivanello saranno aggregati alla rosa che partirà per Genova. Domani non so se giocheranno ma questi quattro saranno aggregati alla squadra la prossima stagione".

Uno sguardo al futuro e al prossimo campionato: "Tante le cose che vanno riconfermate, importante saranno l'inserimento e la crescita dei giovani con l'aiuto dei calciatori più esperti. Ci sono elementi come Aebischer e Kasius che stanno migliorando parecchio e meritano la titolarità del posto. La base a mio giudizio c'è: Theate, Hickey, Svanberg, Schouten". A fine stagione non possono mancare le valutazioni, che voto quindi per il Bologna? "Non do mai i voti ma guardo gli obiettivi. Abbiamo fatto crescere molti giovani ma non abbiamo fatto 50 punti o non ci siamo posizionati nella parte sinistra della classifica".

Mihajlovic e il Bologna: "Oggi o domani parlerò con il Presidente. Voglio essere giudicato come allenatore. Per quanto mi riguarda non c'è alcun problema, ma prima voglio parlare con il presidente". Su Arnautovic: "Ha fatto 14 gol. Per noi è un giocatore importante ma non so cosa deciderà di fare in futuro".

Presente alla conferenza stampa anche capitan Soriano che ha analizzato la stagione: "Intanto ci tengo a ringraziare, come ha fatto il mister, tutti coloro che lavorano qui a Casteldebole. Ci dispiace per le ultime gare, soprattutto per quella di domenica davanti ai nostri tifosi. Ci ha fatto male sentire dire dal mister che pareva avessimo mollato. Domani però daremo tutto in campo".

Sulla sua stagione, Soriano dice: "Mi dispiace non aver segnato ma ho sempre dato il 100%. Non ho nulla da rimproverarmi, ho sempre dato tutto alla squadra". Sul possibile rinnovo di contratto per il prossimo anno, conclude così il capitano del Bologna: "Da 4 anni sono qui, io e la mia famiglia ci troviamo bene. Parlerò con la società e sono certo che troveremo il giusto accordo per proseguire insieme"