Davide Ballardini: "Il Verona ha idee di gioco molto chiare"

19.02.2021 14:35 di Franco Avanzini   Vedi letture
Fonte: genoa channel

Si avvicina la partita contro l'Hellas Verona e arrivano le parole del tecnico Davide Ballardini, al canale ufficiale della società rossoblu, che presenta la partita che si giocherà domani con fischio di inizio alle ore 18 allo stadio Luigi Ferraris con uno sguardo però anche all'ultima partita disputata e pareggiata contro il Torino in Piemonte: "Quella contro il Torino ci ha dato forza e consapevolezza. Quella però è passata ed ora ne arriva un'altra che è altrettanto difficile contro una compagine molto chiara nell'idea di gioco che ha".

Arriverà a Genova un'avversaria con molti ex, dal tecnico ai giocatori molti dei quali allenati dallo stesso mister Ballardini: "Il Verona da due anni sta facendo molto bene. La società è stata brava nella scelta dei giocatori, hanno una loro idea di gioco e questa è la ragione degli ottimi risultati ottenuti".

"Il programma di sinistra di Ballardini" è il nuovo slogan dei tifosi del Genoa, è giusto pensare a questo obiettivo? "Bisogna pensare alla gara contro il Verona, non pensare alla parte destra o sinistra della classifica". Percentuali di tiri nello specchio del 60% la migliore dall'arrivo del tecnico romagnolo sulla panchina del Grifone di tutto il campionato: "Sono tutti dati che ti responsabilizzano ulteriormente. E' chiaro che da qui in avanti hai il dovere di essere altrettanto bravo".

Organico importante: "Il motivo trainante è avere in rosa giocatori molto seri che ti mettono nelle condizioni migliori per allenarli e chiedere tanto a loro. Di fronte ho uomini seri e questo è il frutto del lavoro nel quale tutti sono coinvolti. Ma, e c'è un ma, da qui in avanti devi essere ugualmente bravo, stimolato e coinvolto perché c'è da lavorare ancora tanto".

Criscito ci sarà contro il Verona? "E' un ragazzo che ha grande personalità, attenzione in fase difensiva, bravissimo a uscire con la palla al piede e trasmette attenzione e personalità ai compagni. I compagni sanno che hanno dietro un giocatore che ha tutte queste capacità e si sentono più sicuri. E' bene averlo sempre".