Gilardino: "Abbiamo scritto la storia ma domani nessun calo di tensione"

18.05.2023 13:51 di Franco Avanzini   vedi letture

Ultima conferenza stampa pre gara per il tecnico del Genoa Alberto Gilardino. La sua squadra, promossa in Serie A, sarà impegnata domani sera contro il Bari allo stadio Luigi Ferraris con fischio di inizio alle ore 20.30: "Siamo molto felici di chiudere al Ferraris affrontando una formazione che ha fatto molto bene in campionato. Vogliamo finire bene il campionato davanti ai nostri tifosi".

Domani potrebbe esserci l'esordio del giovane Calvani: "Ha lavorato con noi spesso, oggi parteciperà alla Supercoppa contro la Lazio, dopo fi che vedremo". Sul campionato fatto dal Genoa con Gilardino alla guida, dice: "Abbiamo fatto qualcosa dii incredibile. Sia i ragazzi che tutti coloro che lavorano attorno alla squadra. Questa I.presa resterà nella storia ma noi dobbiamo concentrarci sulla gara di domani perché Bogliasco chiudere bene davanti si nostri tifosi".

Sulla squadra che scenderà in campo, il tecnico dei liguri commenta: "Come successo a Frosinone daremo spazio a chi ha giocato meno cercando di mettere in risalto le nostre qualità limitando le loro". Ancora una volta saranno oltre 30 mila i presenti allo stadio: "E' un fatto straordinario. I risultati alimentano gli entusiasmi come pure certe gesta fatte in campo ".

Tatticamente ci saranno variazioni? "Non cambieremo i concetti che sono quelli che chiederò alla squadra ".  Su Criscito, l'allenatore spiega: "Verrà in panchina e poi decideremo se fargli fare uno spezzone di gara. La mia volontà è quella di farlo scendere in campo tanto più che sappiamo che sarà la sua ultima partita. È giusto che finisca bene la sua carriera davanti al suo pubblico".

Ci sarà una super coreografia allo stadio: "Davanti allo spettacolo che ci presenteranno i tifosi dovremo avere le giuste motivazioni. Vogliamo chiudere con la giusta intensità, il giusto atteggiamento e la giusta umiltà come abbiamo sempre fatto". Sarà un Ferraris esaurito in ogni ordine di posto: "I ragazzi lo sanno. Io posso dire che mi dispiace che finisca la stagione per tutte le emozioni che ho vissuto. Abbiamo scritto la storia e sono emozioni che mi porterò dentro di me per sempre". Spesso si dice che c'è tanta pressione ad allenare una squadra come il Genoa: "Ho vissuto con questa pressione. Ma significa pure dare degli input ai giocatori, creare un feeling con loro, un'unità unica. Tutte cose indispensabili" 


Altre notizie - La voce del Mister
Altre notizie