Gilardino: “Malinovskyi uomo determinante per noi"

25.11.2023 13:20 di Franco Avanzini   vedi letture

Il Genoa è atteso dal Frosinone domani allo stadio Benito Stirpe con inizio alle ore 15 ed il tecnico Alberto Gilardino ha parlato alla stampa presente a Villa Rostan. Prima uno sguardo alla due settimane passate a lavorare: "Abbiamo lavorato bene con gli uomini che ho avuto a disposizione. Vasquez, Puscs e Dragusin sono arrivati da un giorno, De Winter si è operato al naso e l'ho avuto da due giorni. C'è stato poco tempo per preparare questa partita anche se la concentrazione è stata alta".

Sull'infortunio patito da Gudmundsson dice: "Aveva avuto un problemino durante la gara contro il Verona ma non aveva sentito alcun problema muscolare. Poi il giorno dopo camminando ha riportato un disturbo al polpaccio. Spero che, con le cure del caso, di riaverlo al più presto ma non so quanto tempo ci vorrà". Chiaro che poi il mirino passi su Retegui, giocatore out da alcune settimane: "Sta continuando nel suo lavoro riabilitativo e spero di averlo dalla prossima settimana. Purtroppo il suo problema è fastidioso e doloroso. Al momento corre e tocca la palla, dovremo fare delle valutazioni".

Tornato con il morale alto Puscas: "Spero continui sulla stessa falsa riga anche con noi dopo la rete segnata in Nazionale. Ho grande stima di lui, gli parlo spesso e gli dico che deve avere la fiducia nel lavoro che fa. E' un grande professionista". 

Il Frosinone è il prossimo avversario, ecco l'analisi del mister: "E' una squadra giovane che ha proseguito sulla falsariga della scorsa stagione. Ha acquistato giocatori giovani da grandi club del nostro campionato. Hanno un allenatore che li fa giocare bene e che ha esperienza. Conosciamo la loro forza, li abbiamo studiati per bene. Per affrontarli al meglio dovremo saper curare al meglio i dettagli". 

Uno dei giocatori più attesi è Malinovskyi: "Spero possa diventare determinante per noi. Abbiamo bisogno delle sue qualità in ogni zona del campo". In trasferta il Genoa balbetta ma i tifosi non mancano mai: "Anche lontano da Marassi ci accorgiamo di quanto ci siano vicini. Li sentiamo. Abbiamo bisogno di loro in questo momento delicato ed insieme potremo fare grandi cose".

Uno dei difensori attesi un po' da tutti è Vogliacco: "Spero possa fare una grande partita, sta bene, è determinato e ha lavorato bene". Uno al rientro sarà Messias: "E' giocatore importante per noi, dovrò valutare bene se e quando farlo giocare". Arrivato all'ultimo a causa del volo intercontinentale, si parla di Vasquez: "Se non sarà tra gli undici di partenza sarà solo a causa del fatto che ha giocato tre giorni fa dall'altra parte del mondo". Che Genoa sarà quello che scenderà in campo al Benito Strpe? "Nonostante l'assenza di tanti giocatori non dovremo perdere di vista il nostro credo, mantenere il nostro DNA sia sotto l'aspetto tattico che anche dal punto di vista tecnico".


Altre notizie - La voce del Mister
Altre notizie