Il buongiorno

20.04.2021 05:30 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Martedì 20 Aprile 2021

Il sole sorge alle 6,29 e tramonta alle 20,16

Il Santo del giorno:

Santa Adalgisa

Il meteo:

Sintesi:

Giornata inizialmente soleggiata e quasi serena, nel pomeriggio le condizioni si faranno variabili / irregolarmente soleggiate soprattutto sull'entroterra di centro-ponente; non escludiamo qualche fenomeno sui monti del ponente e della provincia di Cuneo. Tardo pomeriggio / serata che vedranno un deciso aumento della nuvolosità sempre a partire dai settori occidentali.

Dettaglio:

Nottata e prima mattinata con cielo generalmente sereno o poco nuvoloso su Liguria e Piemonte.

Tarda mattinata che vedrà un pò di nuvolosità velata svilupparsi sull'entroterra del ponente e sulle Alpi marittime, altrove sereno o quasi sereno.

Variabilità in aumento nel pomeriggio, a partire da ponente, qualche copertura a tratti consistente in montagna e in parte sulla costa, non si esclude qualche rovescio lungo la dorsale appenninica. Soleggiato od abbastanza soleggiato sui settori di centro-levante e sul basso Piemonte orientale.

Metà / tardo pomeriggio che vedrà spiccata variabilità su tutta la regione, con ulteriore aumento delle nubi dalla serata, sempre a partire da ponente, queste potranno essere associate a qualche pioggia.

Temperature: in calo le massime.

Venti moderati da sud.

Mare poco mosso.

Temperatura minima:  10°

Temperatura massima:  15°

Tendenza per mercoledì:

Notte e mattinata coperte con possibili piovaschi sparsi (da valutare / confermare), migliora nel corso del pomeriggio. Stessa situazione su Liguria e Piemonte.

(www.meteolanterna.net)

La frase del giorno:

Ci sono due modi per essere ingannati. Uno è credere a ciò che non è vero; l’altro è rifiutarsi di credere a ciò che è vero.

(Søren Kierkegaard - Filosofo, Teologo e scrittore danese - Copenaghen, 5 maggio 1813 – Copenaghen, 11 novembre 1855)

Un po' di buonumore  :-)  :

In ospedale, dopo un intervento chirurgico.
La moglie del paziente decide di chiedere maggiori informazioni al dottore che l'ha operato:
"Dottore, come sta mio marito?"
"Il paziente è vigile."
"Veramente fa lo spazzino, ma io volevo sapere come sta!"

Canzonando:

Quante volte ci sarà capitato di ascoltare una canzone distrattamente, apprezzandone la melodia ma senza soffermarci a riflettere sul testo.

A volte le canzoni sono semplicemente strofe orecchiabili senza particolari significati, ma molto spesso invece in una canzone si nascondono grandi emozioni e magari anche piccoli insegnamenti. O comunque qualcosa su cui riflettere.

Ci piace dunque pubblicare i testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica, ma non solo. Se la cosa sarà di vostro gradimento ve ne proporremo quasi giornalmente anche altre, magari meno conosciute ma comunque meritevoli di attenzione.

A volte, leggendo solo il testo senza l'accompagnamento della musica, si possono cogliere sfumature di un brano che forse, pur conoscendolo, ci eravamo invece persi.

E magari è anche un'occasione per ricordare un brano dimenticato o per scoprirne uno mai conosciuto.

Se vi piace questo nostra piccola iniziativa magari fatecelo sapere lasciandoci un like o anche un commento sull'articolo nella nostra pagina Facebook. Ci farebbe piacere conoscere il vostro gradimento o meno su questa piccola nuova appendice che abbiamo deciso di inserire. Grazie.

Il brano che vi proponiamo oggi è una famosa e divertente canzone di Enzo Jannacci. Canzone certamente divertente, ma nel finale anche con un "retrogusto" dolce amaro.

Se volete potete poi anche ascoltare il brano cliccando sul titolo che trovate in fondo dopo il testo.

Buona lettura ... e buon ascolto.

Ho visto un re (Enzo Jannacci - Dall'album "Vengo anch'io. No, tu no" del 1968)

Dai dai, conta su
Ah beh, sì beh
Dai dai, conta su
Ah beh, sì beh
Dai dai, conta su
Ah beh, sì beh
Dai dai, conta su
Ah beh, sì beh
Ah beh, sì beh

Ho visto un re
Sa l'ha vist cus'e'?
Ha visto un re!
Ah beh, sì beh
Un re che piangeva seduto sulla sella
Piangeva tante lacrime
Ma tante che
Bagnava anche il cavallo
Povero re
E povero anche il cavallo
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh

È l'imperatore che gli ha portato via
Un bel castello
Ohi che baloss!
Di trentadue che lui ce ne ha
Povero re
E povero anche il cavallo
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh

Ho visto un vesc
Sa l'ha vist cus'e'?
Ha visto un vescovo
Ah beh, sì beh
Anche lui, lui
Piangeva, faceva un gran baccano
Mordeva anche una mano
La mano di chi?
La mano del sacrestano
Povero vescovo
E povero anche il sacrista
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh
Conta su, dai

È il cardinale che gli ha portato via
Un'abbazia
Di trentadue che lui ce ne ha
Povero vescovo
E povero anche il sacrista
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh
Conta su

Ho visto un ric
Sa l'ha vist cus'e'?
Ha visto un ricco!
Un sciur!
Sì, ah beh, sì beh
Ah beh, sì beh

Il tapino lacrimava su un calice di vino
Ed ogni go, ed ogni goccia andava
Deren't al vin?
Sì, che tutto l'annacquava!
Pover tapin
E povero anche il vin
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh
Dai conta su

Il vescovo, il re, l'imperatore
L'han mezzo rovinato
Gli han portato via
Tre case e un caseggiato
Di trentadue che lui ce ne ha
Pover tapin
E povero anche il vin
Sì beh, ah beh, sì beh

Dai conta su
Dai, dai conta su
Ah beh
Dai conta su
Sì sì
Dai conta su, dai

Ho vist un villan
Sa l'ha vist cus'e'?
Un contadino!
Ah beh, sì beh
Ah beh, sì beh

Il vescovo, il re, il ricco, l'imperatore
Perfino il cardinale
L'han mezzo rovinato
Gli han portato via
La casa, il cascinale
La mucca
Il violino
La scatola di kaki
La radio a transistor
I dischi di Little Tony
La moglie

E po', cus'è?
Un figlio militare
Ah beh, sì beh
Gli hanno ammazzato anche il maiale
Pover purscel
Nel senso del maiale
Sì beh, ah beh, sì beh

Ma lui no, lui non piangeva
Anzi ridacchiava
Ah! Ah! Ah!
Ma sa l'e', matt?
No
Il fatto è che noi villan
Noi villan

E sempre allegri bisogna stare
Che il nostro piangere fa male al re
Fa male al ricco e al cardinale
Diventan tristi se noi piangiam
E sempre allegri bisogna stare
Che il nostro piangere fa male al re
Fa male al ricco e al cardinale
Diventan tristi se noi piangiam
Ah beh

Ho visto un re

Buona giornata a tutti.

Gip