Il buongiorno

12.05.2021 05:30 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Mercoledì 12 Maggio 2021

Il sole sorge alle 5,57 e tramonta alle 20,43

Il Santo del giorno:

Santa Rossana

Il meteo:

Sintesi:

Cielo che si farà sereno o quasi sereno da ponente durante la notte, in estensione al resto della regione. Pomeriggio che vedrà la formazione di velature che porteranno variabilità / cielo irregolarmente su Liguria e Piemonte. Tardo pomeriggio / serata che vedranno un deciso aumento della nuvolosità e qualche nuovo fenomeno montano sui settori occidentali.

Dettaglio:

Rapido miglioramento nella notte con cielo sereno o poco nuvoloso a partire da Imperia e dal basso Piemonte occidentale, sole e cielo quasi si sereno che si estenderanno sino al capoluogo. Poco nuvoloso / quasi sereno sul levante ligure. Sereno anche sul basso Piemonte.

Pomeriggio che vedrà cielo soleggiato, ma con velature e variabilità soleggiata in aumento su Liguria e Piemonte. Da metà / tardo pomeriggio aumento della nuvolosità da ponente con cielo che si farà irregolarmente coperto e in serata quasi coperto sempre da ponente al resto regione della regione e del basso Piemonte.

Possibili fenomeni montani tra Liguria e Piemonte sul settore occidentale.

Temperature: massime in ripresa.

Vento forte da Sudovest al largo, moderato e più variabile sotto-costa.

Mare molto mosso.

Temperatura minima:  12°

Temperatura massima:  19°

Tendenza per giovedì:

Prima parte della giornata soleggiata, dal pomeriggio aumento della variabilità costiera e coperture con qualche fenomeno interno / montano. Variabile sul Piemonte.

(www.mteolanterna.net)

La frase del giorno:

L’umiltà è la virtù più difficile da conquistare; niente di più duro a morire del desiderio di pensar bene di sè stessi.

(Thomas Stearns Eliot - Poeta, drammaturgo e critico letterario statunitense naturalizzato britannico - Saint Louis, 26 settembre 1888 – Londra, 4 gennaio 1965)

Un po' di buonumore  :-)  :

Ad un importante banchiere si presenta un pretendente alla mano dell'unica figlia. Il candidato di professione fa lo scrittore.
"Io amerei sua figlia anche se non avesse un soldo."
"Davvero?"
"Lo giuro."
"E' sicuro?"
"Sono sicuro."
"Tina" dice il banchiere rivolgendosi alla moglie, lì presente al colloquio "accompagna il signore alla porta. Non voglio gente sciocca in famiglia!"

Canzonando:

Quante volte ci sarà capitato di ascoltare una canzone distrattamente, apprezzandone la melodia ma senza soffermarci a riflettere sul testo.

A volte le canzoni sono semplicemente strofe orecchiabili senza particolari significati, ma molto spesso invece in una canzone si nascondono grandi emozioni e magari anche piccoli insegnamenti. O comunque qualcosa su cui riflettere.

Ci piace dunque pubblicare i testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica, ma non solo. Se la cosa sarà di vostro gradimento ve ne proporremo quasi giornalmente anche altre, magari meno conosciute ma comunque meritevoli di attenzione.

A volte, leggendo solo il testo senza l'accompagnamento della musica, si possono cogliere sfumature di un brano che forse, pur conoscendolo, ci eravamo invece persi.

E magari è anche un'occasione per ricordare un brano dimenticato o per scoprirne uno mai conosciuto.

Se vi piace questo nostra piccola iniziativa magari fatecelo sapere lasciandoci un like o anche un commento sull'articolo nella nostra pagina Facebook. Ci farebbe piacere conoscere il vostro gradimento o meno su questa piccola nuova appendice che abbiamo deciso di inserire. Grazie.

Il brano che vi proponiamo oggi è una bellissima canzone dei Dik Dik, un gruppo italiano formatosi nel 1965 e autore di molti brani di enorme successo come "L'isola di Wight" o "Sognando la California". Il mese scorso, dopo una lunghissima carriera, è uscito anche un nuovo album della band, intitolato "Una vita d'avventura", contenente anche l'ultima performance di Erminio Salvaderi, chitarra, tastiera e seconda voce del gruppo, deceduto nel Dicembre scorso a causa di complicazioni dovute al Covid-19.

Se volete potete ascoltare il brano di oggi cliccando sul titolo che trovate in fondo dopo il testo.

Viaggio di un poeta (Dik Dik - Lato A di un disco singolo a 45 giri del 1972)

Lasciò il suo paese all'età di vent'anni
Con in tasca due soldi e niente più
Aveva una donna che amava da anni
Lasciò anche lei per qualcosa di più

Promise a sé stesso di non ritornare
Al vecchio paese della sua gioventù
Dove nessuno voleva sognare
I campi da arare e niente di più

Cominciò così a fare il vagabondo
Girando paesi e città
Cercò la fortuna nei quartieri del mondo
Dimenticando la sua povertà

Un giorno in casa di un grande poeta
Trovò dei ragazzi che parlavan di pace
Di colpo capì che era quella la meta
Che aveva raggiunto per esser felice

Ritornò così a fare il vagabondo
Girando paesi e città
Voleva portare l'amore nel mondo
Ma pensò al paese di molti anni fa

Senza soldi in tasca tornò ancora verso casa
Aveva capito cosa conta di più
Davanti alla sua porta c'era lei che lo aspettava
Tutto come prima e non chiedeva di più

Viaggio di un poeta

Buona giornata a tutti.

Gip