Genoa, si arriverà al cambio di modulo contro il Modena? Blessin ci pensa

17.09.2022 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Una partita da vincere non fosse altro che per cancellare l'amara trasferta siciliana contro il Palermo. I tre punti servono al Genoa come il pane contro un Modena che non sta disputando un buon campionato. Mister Blessin sta sfogliando la margherita per capire quale soluzione adottare contro i "canarini". Modulo identico oppure qualche variazione? L'arrivo di Aramu, Strootman e Puscas potrebbe far pensare che sia giunto il momento di variare qualcosa per dare maggior forza agli affondi rossoblu. Questo perchè il Genoa staziona il più delle volte nella metà campo avversaria, dimostra di essere superiore ma alla fin fine non riesce a creare con continuità occasioni da rete. Peserà ancora l'assenza dello squalificato Gudmundsson, un folletto nordico che avrebbe potuto mettere in difficoltà la difesa avversaria con le sue accelerazioni.  Un paio di ballottaggi dovrebbero essere decisi solamente nei pochi minuti precedenti la sfida. In mezzo al campo Portanova e Jagiello si giocano una maglia mentre in attacco assente Ekuban potrebbero giocarsi una maglia Yeboah e Puscas. Dal primo minuto si potrebbe finalmente vedere l'ex Venezia Aramu, un elemento abile a lanciare Coda verso la porta avversaria. Dietro in dubbio Bani, è comunque pronto Vogliacco.

4-3-1-2 dovrebbe essere il modulo adottato dal tecnico del Modena Attilio tesser. Un allenatore con molta esperienza sui campi della serie B che sa come mettere in difficoltà le avversarie. Sinora le cose non sono andate per il meglio anche se è vero che la sua squadra non è mai stata messa sotto in maniera energica nel gioco dalle avversarie. I canarini hanno perso Battistella per infortunio, il giocatore è stato operato. Attenzione all'attacco dove ci sono due elementi da non sottovalutare come Diaw, arrivato in prestito dal Monza e Falcinelli che ha precedenti anche con le maglie di Sassuolo e Bologna. Tremolada sarà il fulcro a centrocampo, calciatore che ha un passato in Liguria con la casacca della Virtus Entella. In difesa una vecchia conoscenza genoana come De Maio che in rossoblu  disputò 84 gare segnando anche 4 reti.

Queste le possibili formazioni

GENOA: Martinez, Hefti, Dragusin, Bani (Vogliacco), Pajac, Frendrup, Badelj, Portanova (Jagiello), Yeboah (Puscas), Aramu, Coda 

MODENA: Gagno, Azzi, De Maio, Cittadini, Oukhadda, Panada, Gargiulo, Magnino, Tremolada, Diaw, Falcinelli