L'avversaria di turno, il Cagliari: in crisi ma con attaccanti interessanti

21.01.2021 10:26 di Franco Avanzini   Vedi letture

Cinque sconfitte consecutive hanno portato il Cagliari sull’orlo del baratro. Eppure ad inizio stagione le aspettative sui sardi erano ben altre. Una compagine costruita per un torneo tranquillo con uno sguardo alla parte sinistra della classifica. Ed invece la compagine di mister Di Francesco è crollata e, dopo il pareggio contro l’Udinese, ha perso consecutivamente con Roma, Napoli, Benevento, Fiorentina e Milan. Graduatoria adesso critica con la zona B molto, troppo, vicina.

La squadra in rosa ha giocatori comunque di valore. Primo tra tutti l’ultimo arrivato, peraltro un ritorno, che porta il nome di Radja Nainggolan. In Sardegna è esploso sino ad attirare l’attenzione dei grandi club. Ad accaparrarselo fu l’Inter che lo girò una prima volta in prestito la scorsa stagione. Un’annata più che positiva tanto che la squadra lombarda lo riprese. Le cose però non sempre vanno come sperato e Nainggolan in nerazzurro non è riuscito ad esprimersi al meglio così ecco il rientro in Sardegna.

Marko Rog, Diego Godin, Nahitan Nandez nomi di primo piano che dovrebbero, almeno da soli, dare la certezza di una stagione tranquilla.

Tre gli ex di turno. Il più amato dai tifosi genoani è stato Leonardo Pavoletti che in Liguria tra il 2015 e il 2017 ha vestito la casacca rossoblu in 45 circostanze realizzando 23 reti. Un attaccante bravo di testa ma anche coi piedi che però è stato frenato da un infortunio che per parecchio tempo lo aveva tenuto lontano dai campi di gara nel periodo della sua permanenza a Napoli.

C’è poi Giovanni Simeone, 12 segnature nell’annata 2016/2017 su 35 partite giocate. Una stagione memorabile per lui, in pratica irripetibile. In quelle seguenti infatti non ha mai più raggiunto una cifra del genere in fatto di marcature tenendo presente la percentuale di gare giocate. Infine Marco Pajac che a Genova è passato di sfuggita giocando solamente 11 gare e non lasciando alcun segno di se.