L'avversaria di turno, l'Inter: attenzione alla coppia Lukaku-Lautaro

24.07.2020 12:00 di Franco Avanzini   Vedi letture

Un po' di delusione in casa Inter c'è , eccome. Al'inizio della stagione con il tecnico Antonio Conte tutti pensavano che potesse lottare ad armi pari con la Juventus per il titolo finale. Ed invece non tutto è andato per il verso giusto ed alla fine si dovrà accontentare delle posizioni di rincalzo con il rischio pure di perdere il secondo posto. I nerazzurri sono saliti sull'ottovolante con sali e scendi che soprattutto nel finale di questa annata, nel post lockdown, che hanno compromesso di fatto ogni possibilità di lottare per lo Scudetto. 

Non tutti i giocatori hanno regalato quelle emozioni che si attendevano i tifosi. In attacco la coppia Lukaku-Lautaro Martinez ha fatto il bello ed il cattivo tempo. Soprattutto il secondo spesso è stato tradito dal carattere che non gli ha permesso di esplodere in maniera definitiva, ci si aggiungano le voci di un possibile trasferimento ed ecco che la testa più che all'Inter è volata altrove. 

Lo stesso Eriksen, arrivato a Milano tra squilli di tromba e promesse mai mantenute, ha palesato problemi di ambientamento e non è riuscito ad entrare in gruppo in maniera decisiva. Così le sue apparizioni in squadra sono apparse sporadiche e certamente non hanno lasciato grandi ricordi, sinora, nella mente dei tifosi meneghini. Il giocatore ammirato altrove sinora non si è visto e le sue giocate sono mancate parecchio a questa squadra. Il tecnico Conte ha così fatto quello che poteva cercando di regalare armonia e tranquillità ad un gruppo che per una parte di stagione pareva poter restare attaccata alla Juventus ma che alla fine ha lasciato ai piemontesi strada libera. 

Lo stesso portiere Handanovic, una sicurezza, ultimamente non è apparso più tanto tranquillo anche se resta certamente un punto di forza di questa squadra. Un ex di turno è il difensore Andrea Ranocchia. A Genova nella stagione 2010/2011 è sceso in campo con la casacca rossoblu addosso in 16 occasioni realizzando 2 reti lasciando la Liguria nel mercato invernale del 2011. 

Un altro elemento importante ma che non ha certamente brillato è Alexis Sanchez, tre reti in questa stagione con 19 presenze e non sempre titolare. La sua verve e la sua velocità spesso sono rimaste nella memoria del calciatore Intendiamoci, l'Inter resta certamente una protagonista di questo torneo ma, per il nome ed il blasone che porta con se, probabilmente ci si sarebbe attesi una lotta più serrata con le pretendenti al titolo, Juventus in testa, ovviamente. 

A Genova arriverà una squadra vogliosa di conquistare l'intera posta in palio almeno per salvare il salvabile puntando al secondo posto laddove attualmente siede l'Atalanta. Da una nerazzurra all'altra per la piazza d'onore alle spalle della capolista, insomma.