L'avversaria di turno, l'Udinese: de Paul e Lasagna fanno paura

03.07.2020 10:02 di Franco Avanzini   Vedi letture

Un attacco asfittico, 25 reti realizzate solamente, una posizione di classifica però migliorata grazie al risultato conquistato a Roma contro i giallo-rossi che ha permesso all'Udinese di salire a quota 31 agganciando Torino e Fiorentina. Certo, la salvezza non è ancora giunta ma evidentemente la strada intrapresa è quella giusta. Nonostante le poche reti realizzate ci sono due elementi che sicuramente spiccano su tutti gli altri. Si tratta di Kevin Lasagna e di Rodrigo de Paul. 

Il primo ha realizzato il vantaggio a Roma e resta sempre un elemento interessante. L'ex Carpi, società nella quale si è messo in evidenza, ha sinora realizzato 26 reti con 94 presenze. Veloce, di piede sinistro, ha già fatto male al Grifone nelle precedenti annate. Sicuramente la forza fisica è una dei suoi punti di forza. Il secondo invece è più tecnico, di fatto gioca a centrocampo, come trequartista, inventa reti importanti. Dal 2016 gioca nelle fila dei friulani dove ha già collezionato 130 gettoni. Anche lui ha già segnato al Genoa. Sono loro due i trascinatori di questa squadra che ha da sempre puntato molto sugli stranieri, anche provenienti da nazioni non propriamente importanti, calcisticamente parlando.

In porta un giovane interessante come Juan Musso. Curiosità: la sua prima gara in Serie A è giunta proprio contro i liguri, in una sfida termina sul 2 a 2. Da quel momento non ha più perso il posto relegando Scuffet prima a secondo e poi addirittura ceduto altrove a gennaio. Un ex genoano gioca nella retroguardia friulana. E' Sebastien De Maio. Il francese con la casacca a quarti rossa e blu tra il 2013 e il 2016 ha giocato 84 gare realizzando pure 4 reti. 

Non ci sarà invece per infortunio un altro giocatore che è passato da Villa Rostan. Rolando Mandragora si era messo in grande evidenza in una serata speciale contro la Juventus. Alla fine di quella stagione 2014/2015 conquisterà 5 gettoni complessivi. Quindi Pescara, Juventus, Crotone e infine Udinese. Anche per lui un grandissimo gol al Genoa proprio al Friuli. Un incedente nell'ultima gara di campionato l'ha però mandato k.o.