L'avversario di turno, il Sassuolo: Boga, Caputo e Berardi attenti a loro tre

28.07.2020 13:31 di Franco Avanzini   Vedi letture

Il Sassuolo anche in questa stagione ha disputato un campionato di buon livello. Dopo il lockdown ha conquistato ben sedici punti nelle prime otto gare vincendo a Roma in casa della Lazio e recuperando il risultato al Mapei alla Juventus da 0 a 2 a 3 a 2 salvo poi vedersi raggiungere  da Alex Sandro. Nelle ultime due partite invece la squadra ha frenato un pochino anche se a Napoli ben quattro reti le sono state annullate per fuorigioco e contro il Milan si è inchinato a re Zlatan.

Tre sono i giocatori più rappresentativi di questa compagine.  Domenico Berardi, 243 partite con la casacca emiliana, dalle giovanili alla prima squadra, mai un cambio di maglia nonostante le richieste avute in passato. E' il fedelissimo della compagine del tecnico De Zerbi. Mancino, può giocare sia da trequartista che da attaccante, bravo pure nei calci piazzati, ha dribbling e un buon fiuto del gol. Quest'anno è a quota 13 con due rigori realizzati e 29 presenze.

Francesco "Ciccio" Caputo sta vivendo una stagione emozionante, importante, sotto tutti i punti di vista. Sono 19 le reti realizzate sinora, veloce, gioca su tutto il fronte dell'attacco del Sassuolo. Ha avuto esperienze pure in Liguria. Infatti l'attaccante ha vestito la maglia della Virtus Entella tra il 2015 e il 2017 disputando 80 partite e realizzando 35 segnature prima del passaggio all'Empoli e da qui in Emilia. Ha in ballo una scommessa con Del Piero:  quella di raggiungere le 20 segnature in questo torneo.

Jeremie Boga è il più giovane del trio d'attaccanti nero-verdi. 23 anni, in Italia ha vestito solamente la maglia del Sassuolo. Arrivato in Emilia nel 2018 ha segnato sinora 14 reti nelle sue 59 presenze. Sono 11 le marcature stagionali. Velocità e dribbling sono le sue armi migliori. UN giocatore temibilissimo per l'intera retroguardia ligure. 

A mandarli in campo è il bresciano Roberto De Zerbi che si sta imponendo all'attenzione di tutti grazie ad un gioco spumeggiante atto più ad offendere che a difendere. Tante le tappe da calciatore per l'ex centrocampista, da allenatore proprio in Emilia Romagna sta facendo le cose migliori. Dal 2018 siede sulla panchina nero-verde quando aveva preso il posto di Beppe Iachini. Foggia, Palermo e Benevento le sue precedenti panchine. 

Ex della partita sarà Gianluca Pegolo che nel 2007 è stato in Liguria senza mai però scendere in campo.