L'avversario di turno, il Verona: tanti ex pronti a fare un brutto scherzetto

16.10.2020 11:45 di Franco Avanzini   Vedi letture

La squadra di mister Ivan Juric ha perso alcuni elementi importanti nel mercato estivo ma ha acquistato un giocatore assolutamente di prim’ordine come Nikola Kalinic. Non parliamo di un goleador assoluto ma certamente di un elemento che in Veneto potrebbe ritrovare i suoi anni migliori. In Italia ha vestito in precedenza le maglie della Fiorentina, del Milan e della Roma ma solo in Toscana ha segnato una buona messa di reti. Un altro calciatore in cerca della definitiva consacrazione è Ronaldo Vieira sul quale l’allenatore punta molto. Proprio il tecnico ex Genoa ne ha esaltato le doti al suo arrivo spiegando che era certo del fatto che con il suo team potesse finalmente esplodere.

Degli ex genoani non ci sarà Koray Gunter che al pari di Barak è stato fermato dal Covid-19 mentre molto in dubbio è Miguel Veloso. L'ultimo giocatore arrivato in Veneto dalla Liguria sponda rossoblu è stato Andrea Favilli. Subito in gol all'esordio con la maglia giallo-blu non o si è ripetuto nella sfida successiva. Un centravanti fisico ma che a Genova non è riuscito ad esprimersi al meglio. A Verona è in prestito in una stagione che potrebbe diventare molto importante per lui.

In campo invece presente Darko Lazovic che ha Genova è andato avanti tra alti e bassi con alcune sfide interessanti ed altre meno. Giovane con un passato nelle giovanili prima del Grifone e quindi dell'Inter prima dell'arrivo in Veneto. Eddie Salcedo ha la stima del tecnico Juric che lo manda in campo quando c'è bisogno di freschezza nel reparto offensivo.

In attacco occhio a Di Carmine, non un nome di primo piano ma un giocatore comunque importante che in 48 partite con la squadra scaligera ha realizzato 16 reti. Il suo posto però al momento è insidiato dall'arrivo proprio di Kalinic. In sintesi il Verona è una squadra quadrata, ben allenata ma con un tasso tecnico che, rispetto alla scorsa stagione, appare minore.