The Day After, quella velenosa autorete di Scamacca e la dea bendata

19.04.2021 10:00 di Franco Avanzini   Vedi letture

Rebic segna e per il Genoa sembra un discorso chiuso. E per qualche minuto la squadra del tecnico Ballardini sembra in balia degli avversari. Poi però rialza la testa e riesce a mettere il naso fuori con Mattia Destro. La prima sua conclusione viene respinta da Donnarumma mentre la seconda trova la porta regalando il pareggio al Grifone. E proprio in quel momento pareva che i liguri potessero gestire la partita cercando magari anche il colpaccio. 

Il problema però era che su una iniziativa avversaria, su un angolo, a centro area ci fosse Scamacca che tutto è fuorché difensore. E la frittata sull'errata deviazione veniva consegnata. Il resto della sfida vedeva anche la Dea Bendata ergersi a protagonista. Due conclusioni genoane e altrettante deviazioni sulla linea di porta dei difensori di casa. Che dire? Forse che il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto ma che alla fine i rossoblu sono tornati in Liguria senza nulla in tasca.  

Non occorre certo dare tutta la colpa a Scamacca ma sulla rete decisiva ha commesso un paio di errori: con un braccio ha allontanato un avversario e quindi si è girato come se avesse paura di colpire quel pallone. Inesperienza, si dirà. Certamente, anche l'esperienza conta ma purtroppo questa va conquistata col sudore ed il lavoro oltre che giocando e perché no anche sbagliando. Di certo Ballardini si sarà anche mangiato le mani perché quel cambio, con l'uscita di Scamacca, era stata rimandata proprio in attesa che venisse battuto quel corner. Ma è naturale che il tecnico non potesse prevedere quello che poi è accaduto realmente. 

Detto questo occorre guardare avanti dopo due sconfitte consecutive. Le prossime due gare saranno probabilmente decisive nel cammino del Genoa verso la matematica salvezza, prima Benevento e quindi Spezia, entrambe al Ferraris. Concentrarsi sul Benevento è importante: la squadra campana a Roma contro la Lazio è andata sotto 4 a 1 ma per poco non riusciva a pareggiare venendo battuta 4 a 3 . La squadra di Inzaghi ha dimostrato si essere viva e di avere una voglia di calcio e di Serie A importante. Non sarà semplice ma il Genoa deve riuscire, in un modo o nell'altro, a conquistare i tre punti. Andare all'incasso a fine gara sarebbe importante perché allungherebbe sugli stessi campani tenendo dietro sicuramente altre squadre. 

Due giorni per preparare questa partita, poi altri due per quella contro lo Spezia: la quattro giorni calcistica forse più importante nella stagione del Genoa.