Ascoli-Genoa, la ripresa della gara marchigiana (live)

11.12.2022 15:59 di Franco Avanzini   vedi letture

Finisce 0 a 0 la gara dopo 4 minuti di recupero

Sturaro è l'ultima mossa di mister Gilardino al posto di Aramu

Espulso dalla panchina dell'Ascoli un suo componente per proteste

Ammonito Aramu per gioco scorretto

Genoa ora più sulla difensiva fatica a distendersi in attacco

Al 36' Gondo di testa, centrale, blocca la palla Semper

Tanti contatti, gara che si sta incattivendo

Entra Galdames al posto di Jagiello

Al 27' occasione colossale per l'Ascoli Dionisi colpisce il palo, palla a Gondo che vede il suo tiro ribattuto sulla linea da Sabelli arriva Collocolo che a porta vuota manda fuori la sfera

Piccolo brivido per la difesa genoana, Ilsanker perde palla malamente, Gondo la conquista e calcia ma colpisce di fatto il compagno di squadra Dionisi e la sfera termina a fondo campo

Al 23' colpo di testa pericoloso di Sabelli sulla punizione battuta da Jagiello, Guarna si distende deviando la sfera

Ammonito Falasco per gioco falloso

Partita molto fisica, tante interruzioni a causa degli scontri in mezzo al terreno di gioco

Ascoli che inserisce Eramo al posto di Giovane

Gara che viaggia sul filo del nervosismo in un contesto certamente non amichevole

Fuori Coda e Strootman per Yeboah e Ilsanker

Ammonito Puscas per proteste

Entra l'attaccante Dionisi nell'Ascoli per Lungoyi

Ammonito Hefti per gioco scorretto

Un paio di punizioni marchigiane che però non creano problemi alla porta di Semper

Partita con ritmo leggermente migliorato rispetto alla prima frazione

Al 3' Botteghin interviene perfettamente su un lancio di Jagiello per Puscas che, se la palla fosse passata, sarebbe andato direttamente in porta

Gilardino di fatto inserisce un uomo al fianco di Coda

Si riparte con Puscas in campo al posto di Gudmundsson

Ascoli e Genoa torneranno in campo a breve per la disputa della seconda frazione di gioco sul risultato di 0 a 0. Solo un tiro in porta di Coda praticamente allo scadere della prima frazione con la parata da parte di Guarna. Per il resto tanta nia e tantissimi errori tecnici; sfida giocata a ritmo basso.