Genoa pagelle, un disastro infinito senza sbocchi e senza attenuanti

17.01.2022 23:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Queste le nostre pagelle dopo la sfida di questa sera del Genoa in casa della Fiorentina

SIRIGU voto 5: para un rigore e sembra che la sua serata parta bene poi arriva su di lui una grandinata di gol al passivo 

HEFTI voto 4.5: gli gira la testa per come quelli con la maglia vola lo superavano agevolmente senza trovare contrasto

OSTIGARD voto 4.5: annaspa contro avversari più tonici e tecnicamente più abili, non riesce praticamente quasi mai a toccare palla

VANHEUSDEN voto 4.5: come i compagni annega di fronte ad una Fiorentina che si "allena" contro una compagine scriteriata

CALAFIORI voto 4: Odriozola e Nico Gnzalez dalla sua parte fanno quello che vogliono. Di certo non fortunato al primo impatto rossoblu (dal 1' s.t. Bani voto 5: non ha certo colpe per l'imbarcata ma anche lui si allinea ai compagni)

STURARO voto 4.5: viene inghiottito dai giocatori avversari che corrono il triplo del centrocampista genoano (dal 1' s.t. Ekuban voto 4: non riesce mai a far salire la squadra, non riesce neppure a pressare gli avversari)

BADELJ voto 4: non ci ha messo cuore, anima e forza, neppure tanta voglia di far male alla sua ex squadra

GALDAMES voto 4: chi l'ha visto? Praticamente non ha visto la sfera e ha girato a vuoto per tutta la gara

PORTANOVA voto 5: cerca subito di trovare il gol a sorpresa calciando da centrocampo, si batte ma i compagni non l'aiutano proprio (dal 1' s.t. Melegoni voto 4: gioca a testa alta ma i ritmi degli avversari sono assolutamente fuori della sua portata)

DESTRO voto 4: non si fa vedere in attacco e non riesce neppure lui a dar la sveglia ai suoi. Alla fine viene sostituito dal tecnico (dal 35' s.t. Buksa voto s.v.)

YEBOAH voto 4: esordio da dimenticare in campionato, sembrava giunto per caso, ha iniziato con buon piglio ma dopo pochi minuti si è spento senza cercare alcun riscatto (dal 22' s.t. Caicedo voto 5: un piccolo tentativo alla fine ma sempre troppo poco anche se entra quando la partita era già chiusa ampiamente)