Benevento, le parole del tecnico Fabio Caserta sulla sfida al Genoa

06.08.2022 13:14 di Franco Avanzini   vedi letture
Fonte: OttoChannel.tv

Il tecnico del Benevento Fabio Caserta ha parlato ai colleghi presentipresentando il match contro il Genoa di Coppa Italia che si giocherà lunedì con fischio d'inizio alle ore 17.45 allo stadio Luigi Ferraris. Intanto come arriva la squadra a questo match: "Finalmente torniamo a fare conferenze dal vivo. Sulla gara di lunedì devo dire che la squadra sta bene, i ritmi di lavoro di questa settimana sono stati più bassi. Gocheremo contro una candidata che lotterà per vincere il campionato. Abbiamo le armi per fare bene e cercheremo di fare una bella gara".

Scelte condizionate dal mercato come Barba e Ionita: "Il mercato lo fa la società. Un discorso che riguarda non solo Barba e Ionita ma anche per coloro che sono appetiti sul mercato. Ho bisogno di gente motivata per lottare per questa maglia. Farò valutazione di mercato al di là della gara e le scelte saranno fatte seguendo le indicazioni del campo".

Gara importante anche in prospettiva futura: "C'è ancora qualcosa da limare la società lo sa. Dipenderà da chi andrà via e cercheremo i giusti sostituti. Questa è la prima gara vera. C'è stato il ritiro e i carichi di lavoro e a detta di tutti siamo i favoriti per la vittoria del campionato. Cercheremo di fare una grande gara e capiremo dove potrà arrivare. Partiamo dalla base importante". 4-3-3 impostazione tattica ma si può anche variare qualche modulo. Ci sarà un sistema di gioco diverso? "Partiamo dalla base importante dello scorso anno. Partendo dalla difesa a quattro, il centrocampo può giocare a tre ma non solo. Molto dipende dalle gare, dall'andamento del campionato e potremmo cambiare anche a gara in corsa. Tecnicamente potremo giocare anche a tre. Valutazioni da fare nell'arco del torneo, dobbiamo adattarci alle caratteristiche dei giocatori ma anche a quelle degli avversari".

Difesa che potrebbe cambiare con giocatori che possono variare: "La formazione l'ho praticamente in testa Pastine e Glick potrebbero giocare assieme i due si sono allenati assieme. Ma questa è una considerazione che farò domani". Profilo più basso sull'obiettivo finale rispetto allo scorso anno e Glick che lascerà la squadra per un mese: "Glick lo perderemo per un mese causa Mondiali, valuteremo il da farsi in questa fase di mercato. Partire sotto traccia forse è meglio. Questa società ha sempre fatto campionati importanti e i pronostici è meglio lasciarli agli altri. Lo scorso anno abbiamo perso la semifinale play off per differenza reti e faremo un campionato importante".

Improta a destra e La Gumina potrebbe far variare la squadra: "Improta può giocare sui due lati. Io preferisco sugli esterni coi due attaccanti gli esterni piede su piede ovvero destro a destro e sinistro a sinistra. Con un solo attaccante invece preferisco giocatori che vengano dentro al campo. La Gumina mi permette di avere più scelte". Sul player: Abbiamo Viviani ma stiamo valutando anche Talia che è giovane ma può giocare. Lui nasce come centrocampista mezzala spetterà alla società decidere se prendere un vice Viviani o no".

Sulla gara di Coppa Italia cosa il tecnico si aspetta dalla sua squadra: "Mi aspetto una squadra che ha voglia che vada a Genova per fare la partita e fare le giocate provate e riprovate in allenamento al di là del risultato. Consapevole della propria forza con giocatori importanti che ha in rosa". Abbonati che stanno aumenta, hanno raggiunto i 7 mila i tifosi che hanno staccato la tessera: "Spero aumentino di numero. La gente vuole vedere il calciatore che corre e lotti per la maglia. Dovremo essere bravi noi a dimostrare questo, dovremo lottare sino alla fine". A Genova la formazione titolare? "Lunedì contro il Genoa farò una scelta a seconda di come stanno i ragazzi. Non sarà la squadra titolare. Le gerarchie poi potranno cambiare a seconda di quanto faranno i calciatori in settimana. Noi vogliamo fare un campionato dignitoso nel quale battaglieremo dalla prima all'ultima gara. In Coppa comunque vogliamo passare il turno".

Farias top player di questa squadra visti i tanti campionati di Serie A svolti dal giocatore: "Farias ha grandi qualità, lo scorso anno non è arrivato al massimo. Ha trovato difficoltà anche se nonostante questo si è creato parecchie occasioni. Quest'anno ha fatto un bel ritiro e ha qualità superiori a questa categoria. Dovremo essere bravi a metterlo nelle condizioni di dare il massimo". Il terreno del Ferraris non è al massimo della condizione: "Terremo conto anche di questa situazione".