E' morto Mario Corso, famoso per la sua punizione "a foglia morta"

20.06.2020 10:49 di Franco Avanzini   Vedi letture

Una brutta notizia è arrivata in mattinata: è morto infatti a 78 anni Mario Corso, ricoverato da giorni in ospedale. Era nato a Verona il 25 agosto 1941 e giocò anche nel Genoa dopo una lunga militanza con la casacca dell'Inter. Interprete di un calcio che non c'è più, amava soprattutto gli assist piuttosto che andare direttamente alla conclusione in porta. Famosa la sua punizione a "foglia morta": calciava la palla col piede sinistro imprimendo una traiettoria alla sfera che cambiava repentinamente ingannando spesso i portieri. 

Con la maglia numero undici sulle spalle, era più un trequartista che una ala sinistra come veniva considerato chi portava quel numero nel gioco del calcio. Nel Genoa arrivò nel 1973 e ci rimase per un paio di stagioni giocando 26 partite e realizzando tre reti. La sua carriera in Liguria si spezzò a causa di un grave infortunio alla tibia che lo costrinse al ritiro: dopo la convalescenza e la rimozione della placca metallica la tibia subì un nuovo crack in allenamento mentre realizzava quello che sarà la sua ultima rete costringendolo alla resa definitiva. Il Genoa lo ha inserito nella sua Hall of Fame.