Europeo 2020: nel finale il Portogallo segna e dilaga; 3 a 0 all'Ungheria

15.06.2021 19:52 di Franco Avanzini   Vedi letture

Giornata interamente dedicata al girone F che di fatto chiude la prima giornata di tutti i raggruppamenti. E' il cosiddetto girone di ferro per la presenza di Portogallo, Germania e Francia. Si parte con l'incontro che opporrà i lusitani di Cristiano Ronaldo a quella che dovrebbe essere la cenerentola del girone, ovvero l'Ungheria. Si gioca a Budapest. Non ci sono limitazioni alla capienza dello stadio e quindi ecco che gli spalti si sono riempiti in ogni ordine e posto. Nei magiari gioca Schafer, ex Primavera del Genoa. Portogallo che fa la partita facendo girare molto il pallone. La prima conclusione è di Diogo Jota che dal limite carica il tiro ma Gulacsi devia con i pugni. Ronaldo si da molto da fare cercando anche la porta di testa ma l'Ungheria si difende anche con tutti gli effettivi. Si infiamma la Puskas Arena quando Szalai di testa colpisce in area, palla centrale bloccata da Rui Patricio. Ma sempre pericoloso il Portogallo con Diogo Jota che calcia a botta sicura ma c'entra di fatto il portiere avversario e l'azione sfuma. Ancora più clamorosa in chiusura la palla gol sul piede di Ronaldo che a pochi passi dalla porta la manda alta.

Si riparte con il Portogallo che spinge. La prima conclusione è di testa di Pepe con il numero uno ungherese che ci mette i pugni. Intanto è buona la gara dell'ex Primavera del Genoa Schafer che si muove bene e lo fa soprattutto con ottimo costrutto. Quando Sallai va al tiro, anche se centralmente, lo stadio si infervora tifando a più non posso. Di fatto il Portogallo non riesce ad essere presente con continuità dalle parti del portiere dei magiari. Determinante Gulacsi sulla conclusione da lontano di Bruno Fernandes. E' quasi un monologo dei lusitani che però sbattono contro il muro avversario.  In una delle poche ripartenze Schon va in gol, esulta la Puskas Arena ma tutto è fermo perché il giocatore era partito in posizione di fuorigioco. A segnare è il Portogallo con un tiro di Rafa Guerreiro deviato da Orban, 1 a 0 al 35'. Passa un minuto e Orban atterra Rafa Silva in area, dal dischetto va Cristiano Ronaldo che non sbaglia per il raddoppio. Il tris lusitano arriva nel recupero con servizi di prima tra Moutinho, Renato Sanches e Ronaldo che evita anche il portiere e manda il pallone in fondo al sacco, 3 a 0. E qui la gara si chiude; troppo forte il Portogallo che soffre ma poi dilaga nel finale.