Gilardino: "Sacrificio e determinazione domani contro il Venezia"

15.01.2023 18:15 di Franco Avanzini   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com

Una sfida importante per il futuro. La prima di ritorno metterà il Genoa dinanzi al Venezia e l'importanza della gara è data dal fatto che, con un'eventuale successo, la squadra rossoblu aggancerebbe la Reggina sul secondo gradino e lascerebbe ancora indietro il Bari di tre lunghezze. Partita che si giocherà al Ferraris domani con fischio d'inizio alle ore 18.45. Al Centro Sportivo Signorini ha parlato il tecnico Alberto Gilardino partendo proprio dai risultati delle dirette concorrenti nella lotta per la promozione: "Sappiamo quanto la gara di domani, come quelle precedenti e quelle future, sia importante. In casa avremo anche il sostegno dei nostri tifosi che dovranno essere il 12esimo uomo in campo anche se dovremo essere bravi noi a trascinarli. Dovremo avere tanta voglia, pressarli alti, sacrificio e determinazione".

Genoa che in settimana era stato impegnato nella gara di Coppa Italia contro la Roma nella quale hanno giocato uno spezzone di gara Criscito e Badelj: "Ho avuto conferme da coloro che non avevano giocato nell'ultimo periodo ma domani sarà una gara diversa ed io farò delle valutazioni che sto già facendo adesso".

Da Roma è tornato un Genoa conscio di una prestazione positiva nonostante la sconfitta: "L'autostima aumenta dopo questa prestazione, un po' come era aumentata dopo le vittorie di Bari e contro il Frosinone. Aiutano a fare sempre meglio. Contro la Roma il risultato è stato negativo, non la prestazione. Domani giocheremo contro una squadra che non merita quella posizione di classifica; ha giovani giocatori di gamba e di forza. Con il cambio di allenatore hanno fatto buoni risultati dimostrando di essere una squadra viva. Determinazione e concretezza saranno importanti per noi".

Il 3-5-2 mette in mostra il solito problema, l'assenza di una mezzala: "Il nostro centrocampo è di palleggio; giocatori che amano avere il pallone tra i piedi. C'è bisogno di profondità e di ampiezza nella manovra. Le scelte non mi mancano e sono scelte non facili perché lo storico dei vari giocatori è importante. Cercherò di mandare in campo la squadra migliore". 

La pazienza potrebbe essere importante domani: "Il Venezia è una squadra che quando c'è da giocare lo fa e quando c'è da chiudersi dietro si difende. Lontano dal Penzo ha giocatori bravi a difendersi ma noi dobbiamo pensare solamente a noi stessi". Tre o quattro in difesa? "Ci sto pensando. Abbiamo fatto bene con entrambi i moduli". Clima in città che è cambiato tra i tifosi in maniera positiva: "Sentiamo la vicinanza dei tifosi. Sappiamo cosa significhi essere genoani, conosciamo la loro passione. La conosco io e lo sanno anche i giocatori. Noi dobbiamo pensare a lottare e lavorare in settimana".

Infine una battuta sull'attaccante Coda: "A Roma Coda ha lottato e ha difeso bene il pallone. Devo ancora valutare se mandarlo in campo dall'inizio. Lui deve pensare solo a lavorare in settimana. La sua volontà e la sua disponibilitàè fondamentale"