Inzaghi: "Siamo tornati ad essere la Reggina, c'era un rigore per noi"

31.03.2023 23:33 di Franco Avanzini   vedi letture

L'allenatore della Reggina Filippo Inzaghi è intervenuto nella sala stampa del Ferraris parlando dell'incontro col Genoa appena terminato: "Abbiamo ritrovato la Reggina. Oggi gara difficile contro una squadra che non c'entra nulla con questa categoria. Al primo tiro abbiamo preso gol. Se non sei forte puoi prendere quattro o cinque gol. Abbiamo avuto con Menez e Canotto due palle importanti. Sono tornati a essere la Reggina che può vincere ovunque. Abbiamo fatto bene contro un Genoa che andrà sicuramente in Serie A. Al di là di un episodio clamoroso per un fallo di mano netto che non è stato fischiato. Poi magari avremmo perso ugualmente. Vogliamo la giusta considerazione. Arbitro può non vedere ma c'è chi dovrebbe vederlo".

Sul cambio di modulo: "Abbiamo giocato sempre allo stesso modo. Con questo atteggiamento la gara è stata fatta bene. Il 4-3-3 ce lo temiamo il 4-3-2-1 lo possiamo fare. Volevo proporre qualcosa di diverso soprattutto nel secondo tempo. Nel primo tempo il Genoa aveva una pressione feroce". Sugli infortunati: "Pierozzi non lo recupereremo e anche Fabbian ha stretto i denti non poteva giocare dall'inizio. Dobbiamo recuperare energia e mettere la stessa voglia in campo nel recupero mercoledì. Vogliamo lottare per i play off".

Quattro squadre per vincere il campionato, ora il campionato cambia con altre squadre e potenziale differente: "Senza dubbio è il momento clou. Pensavo fosse un'oportunità anche stasera dopo una settimana di ritiro. La reazione c'è stata anche perché abbiamo spinto sino a 95esimo. Siamo stati sfortunati, il loro portiere è stata bravissimo ora dobbiamo tornare a fare punti"

Reggina che ha giocato meglio di altre gare: "Noi dobbiamo pensare alla prossima partita. Avremo otto finali e vogliamo giocarcele. Stasera se l'è giocata alla apri contro una squadra che ha grande valore"


Altre notizie - Copertina
Altre notizie