Conferenza per partita Gilardino: determinazione e strategia del Genoa prima della sfida con il Torino

12.01.2024 13:57 di Carlo Dellacasa   vedi letture

Il tecnico del Genoa, Alberto Gilardino, ha preso la parola in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Torino, esprimendo la sua determinazione e fornendo dettagli sulle strategie della squadra.

Affrontare il Toro con Determinazione: "Sarà una battaglia, una partita gagliarda che corrisponde alle caratteristiche della squadra che andiamo ad affrontare e alle nostre. Dobbiamo andare a controbattere colpo su colpo il Torino perché solo così possiamo metterli in difficoltà."

Sostituto di Dragusin e alzare l'asticella:"Lo abbiamo salutato e gli abbiamo fatto un grande in bocca al lupo. Il mio pensiero ora è su Bani, De Winter, Vasquez, Vogliacco e Matturro. Vogliamo alzare l'asticella in questo girone di ritorno, essere più competitivi e fare una grande prestazione davanti ai nostri tifosi."

Attenzione ai Dettagli per Vincere:"Col Torino sarà una partita dove i dettagli faranno la differenza. Dobbiamo avere un approccio forte dentro la gara. Dobbiamo recuperare più seconde palle possibili, è una squadra che lavora uomo su uomo, dobbiamo esser bravi a trovare lo spazio in base a ciò che ci contenderanno ma allo stesso tempo essere bravi e lucidi quando abbiamo il pallone."

Situazione infortunati e assetto tattico:"Ekuban è fuori a causa di un risentimento muscolare in questi giorni, Thorsby non è a disposizione così come Puscas è indisponibile. A livello numerico siamo un po’ in emergenza, confido in chi ci sarà. Malinovskyi ha avuto un piccolo problema ma dovrebbe essere a disposizione."

Retequi e Obiettivi del Campionato:"Retegui è quello che si è visto nella parte iniziale. Sta tornando, la motivazione è tanta. Dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a noi e alla squadra. Sono 19 partite e si ricomincia da zero. E’ un nuovo campionato. Dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a noi e alla squadra."

Pianificazione di Spence e speranze per il mercato:"Ieri ha fatto poco. Ha voglia di dare un contributo alla squadra. Per caratteristiche fisiche è un quinto, valuteremo le sue condizioni e sarà un ragazzo che dovrà dare una mano. Confido molto nella società. Ogni giorno parlo e chiedo. La realtà dice questo perché so benissimo che c’è la necessità e la voglia di cercare di migliorare questa squadra laddove ci siano le possibilità per poterla migliorare."


Altre notizie - La voce del Mister
Altre notizie