Il buongiorno

22.04.2021 05:30 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Giovedì 22 Aprile 2021

Il sole sorge alle 6,26 e tramonta alle 20,19

Il Santo del giorno:

San Caio

Il meteo:

Sintesi:

Giornata soleggiata; inizialmente avremo velature / locale variabilità sparsa su Liguria e Piemonte, ma nel corso della mattinata il cielo si farà sereno o quasi sereno.

Dettaglio:

Notte con irregolari coperture su Liguria e Piemonte.

Mattinata inizialmente variabile e dinamica tra coperture / velature ed aperture. Le velature / variabilità tenderà ad interessare solo l'entroterra lasciando il cielo sereno o quasi sereno sulla costa ligure e sulle pianure piemontesi.

Primo pomeriggio sereno o quasi sereno sulla costa, qualche addensamento / velatura montana sui settori di levante. Da metà pomeriggio sole ovunque, residue velature solo sui rilievi di levante. Sereno su tutto il basso Piemonte.

Serata serena.

Temperature stazionarie.

Vento di moderata intensità dai quadranti meridionali (sud est), in rotazione da nord est nel corso della giornata.

Mare mosso.

Temperatura minima:  9°

Temperatura massima:  13°

Tendenza per venerdì:

Giornata stabile e soleggiata su tutte le zone, con solo isolati rovesci pomeridiani sui rilievi dell'Appennino.

(www.meteolanterna.net)

La frase del giorno:

Non ci sono cose non interessanti, solo persone che non sono interessate.

(Gilbert Keith Chesterton - Scrittore, giornalista e intellettuale inglese - Londra, 29 maggio 1874 – Beaconsfield, 14 giugno 1936)

Un po' di buonumore  :-)  :

Una ragazza si presenta ad un colloquio di lavoro come futura segretaria, ad accoglierla il suo futuro capo.
- Buongiorno, posso vedere intanto le sue referenze?
- Bhe, se proprio insiste..ma se nel frattempo entra qualcuno ?

Canzonando:

Quante volte ci sarà capitato di ascoltare una canzone distrattamente, apprezzandone la melodia ma senza soffermarci a riflettere sul testo.

A volte le canzoni sono semplicemente strofe orecchiabili senza particolari significati, ma molto spesso invece in una canzone si nascondono grandi emozioni e magari anche piccoli insegnamenti. O comunque qualcosa su cui riflettere.

Ci piace dunque pubblicare i testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica, ma non solo. Se la cosa sarà di vostro gradimento ve ne proporremo quasi giornalmente anche altre, magari meno conosciute ma comunque meritevoli di attenzione.

A volte, leggendo solo il testo senza l'accompagnamento della musica, si possono cogliere sfumature di un brano che forse, pur conoscendolo, ci eravamo invece persi.

E magari è anche un'occasione per ricordare un brano dimenticato o per scoprirne uno mai conosciuto.

Se vi piace questo nostra piccola iniziativa magari fatecelo sapere lasciandoci un like o anche un commento sull'articolo nella nostra pagina Facebook. Ci farebbe piacere conoscere il vostro gradimento o meno su questa piccola nuova appendice che abbiamo deciso di inserire. Grazie.

Il brano che vi proponiamo oggi in realtà non è una canzone, ma una prosa di Giorgio Gaber. Un pezzo divertente, ma sul quale ci sono tantissimi spunti per riflettere sulla realtà in cui viviamo. Non perdetevelo.

Se volete potete poi ascoltare il brano cliccando sul titolo che trovate in fondo dopo il testo.

Buona lettura ... e buon ascolto.

Il pelo (Giorgio Gaber - Dall'album "Un'idiozia conquistata a fatica" del 1999)

Ricordo, che tanti tanti anni fa, io dicevo
"Sono un uomo felice"
Forse la felicità non esiste
Diciamo che sono un uomo sereno
Mi basta veramente così poco!
Pensate: "Io non ho niente!"

(altre voci) Io non ho niente
Io non ho niente
Io non ho niente
Io ho un pelo!

Eh già, lui ha un pelo
Chissà cosa se ne fa poi di un pelo
Lui ha un pelo... e io non ho niente
Devo ammettere che un pelo, è un pelo, ce chi ce l'ha e chi non ce l'ha
Io per esempio, non ce l'ho, che a pensarci bene, un pelo mi sarebbe anche utile
Bisogna che me lo procuri... Io devo avere un pelo!
Iaaaahhhh!
Io ho un pelo

Io ho un pelo
Io ho un pelo
Io ho un pelo
Io ho dieci peli!

Beato lui che ha dieci peli, no per carità, io non mi lamento
Io il mio pelo ce l'ho!
Certo che uno che ha dieci peli... é già in un'altra posizione eh
Uno con dieci peli ha praticamente risolto
Dieci peli... sono già una peluria!
Bisogna che me li procuri
Io devo avere dieci peli!
Iaaaahhhh!
Io ho dieci peli

Io ho dieci peli
Io ho dieci peli
Io ho dieci peli
Io ho cento peli

Maledizione!
Lui ha cento peli
E io sono stanco, distrutto, non ce la faccio più
Ma resta il fatto che lui ha cento peli e io ne ho dieci
E dieci peli oggi cosa sono... non sono più niente... sono una miseria...

Devo farcela, devo reagire (Noi abbiamo cento peli)
Anch'io devo avere tanti peli (Noi abbiamo mille peli)
Per me, per i miei figli (Noi abbiamo centomila peli)
Anch'io avrò tanti peli, anch'io!
Anch'io! (Noi abbiamo un milione di peli)
Anch'io!

Il pelo

Buona giornata a tutti.

Gip