Serie A, il nodo dei contratti dei giocatori, cosa fare?

29.05.2020 11:02 di Franco Avanzini   Vedi letture
Fonte: TMW

Il 20 giugno tornerà il campionato di Serie A ma i problemi non mancano. Si va dai diritti televisivi ai contratti dei giocatori; ecco, proprio su quest'ultimo argomento, la situazione è intricata perché la naturale scadenza dei contratti dei calciatori è il 30 giugno di ogni anno. Ma in questa circostanza il campionato andrà avanti, ben oltre questa data e quindi il nodo sarà da risolvere nel più breve tempo possibile. E non sono pochi i contratti in scadenza nella nostra Serie A. Peraltro un altro problema riguarda i prestiti ma in questo caso la soluzione potrebbe esser facilmente risolvibile anche perché la squadra che riavrebbe il giocatore non potrebbe schierarlo prima della nuova stagione. 

Si dirà: tra due società gli accordi potrebbero esser trovati ma non sempre è così. E' naturale che le parti non trovi un accordo, che possa esserci anche un piccolo cavillo che li manda a monte, insomma mai dare per scontato ciò che scontato non è. Tra contratti e prestiti sono 133 i giocatori interessati ed il rischio è che, pochi giorni dopo il ritorno in campo, molte squadre potrebbero trovarsi con le rose decimate. Inoltre c'è da tenere presente che un giocatore potrebbe avere già un accordo con un'altra squadra, insomma le ipotesi sono molteplici e nel più breve tempo possibile le società dovranno trovare un accordo su questo argomento per ripartire senza il problema della scadenza del contratto.