Vincenzo Spadafora: "Ci vuole un piano B per tutti i nostri campionati"

21.10.2020 12:59 di Franco Avanzini   Vedi letture
Fonte: il mattino

Il calcio, la Serie A, va avanti a vista. In pratica si gioca ma non si sa se realmente si concluderà il campionato nella maniera normale, ovvero con un girone di andata e un girone di ritorno. La pandemia di Coronavirus Covid-19 sta colpendo di fatto tutte le società della massima serie e la situazione sta diventando sempre più seria man mano che passano di giorni.

Dopo i gravi problemi subiti e che tuttora esistono in seno al Genoa, anche altre società stanno subendo, seppur in forma minore, la stessa situazione. Così ecco ch è intervenuto il ministro Vincenzo Spadafora mettendo sul chi vive i massimi esponenti del calcio nostrano. Parlando al quotidiano Il Mattino di Napoli ha ricordato ancora una volta che, con la speranza che tutto possa ovviamente proseguire regolarmente, che bisogna pensare anche ad un piano B affinchè il torne possa, in qualche modo, arrivare a naturale conclusione: "I rischi non vanno sottovalutati - ha commentato - La situazione è difficile. L'ho ricordato a tutti: occorre essere pronti con un piano B per tutti i campionati". 

Evidentemente questo piano di riserva potrebbe portare il campionato di Serie A alla disputa dei play off e dei play out suddividendoli a seconda della posizione di classifica: quindi la lotta per lo Scudetto e i posti Champions League, la zona Europa League, il centro-classifica e la zona salvezza. Il tutto da svolgersi al termine del girone di andata che regalerebbe così una graduatoria precisa.

Al quotidiano partenopeo quindi il ministro Spadafora ha parlato della cosiddetta bolla per le squadre professionistiche: "Il protocollo che stiamo attualmente attuando già la prevede. Tocca alle squadre rispettarlo e purtroppo non mi sembra sia sempre accaduto. Il protocollo è rigoroso ed è la minima cosa richiesta alle squadre. Poi ognuna di loro può intervenire anche in maniera più rigorosa".