Gilardino: "Una delle più belle gare. Per me è stato un sogno"

19.05.2023 23:45 di Franco Avanzini   vedi letture

Si è chiuso questa sera il campionato di Serie B che ha visto il Genoa promosso in Serie A. In sala stampa, dopo le feste e la premiazione sul campo,  è intervenuto il tecnico dei rossoblu Alberto Gilardino che ha parlato ai presenti dopo il successo 4 a 3 sul Bari: "Ho contribuito a questo sogno poi sono stati bravi i ragazzi, i singoli e chi ha lavorato per questo obiettivo. Felice per Mimmo e per la sua famiglia perché chiudere così era qualcosa di unico".

Domattina: "Andremo al campo per salutarci parleremo con la società e festeggeremo prima del rompetele righe. Vivo la gara con emozione e intensità cercando di prepararmi prima per la gara. Normale che ora avrò più tempo di pensare per quello che è successo. Non ho avuto molto tempo in questo ultimo periodo".

Sei gol belli: "E' stato qualcosa di unico il contorno coi tifosi, col finale di Mimmo. E' stata una delle più belle gare fatte per la proposizione del gioco, per le occasioni create e per la voglia di vincere la gara e si sacrificarsi contro una squadra forte che ai play off se la giocherà". Gestione del gruppo importante da parte del tecnico e dello staff: "Credo che tutti sono stati indispensabili per questa promozione, era giusto dare un premio a tutti che hanno lavorato quotidianamente. Un riconoscimento giusto per questa squadra, sono stati degli uomini".

Il momento di svolta della stagione: "Come avevo detto dopo la sconfitta di Parma si può sempre imparare. E' stata, Parma, una piccola parentesi che ci ha permesso di are una valutazione importante". Gudmundsson e la sua stagione: "Albert è stato determinante e fondamentale, è stato messo in modo di esprimersi da tutti. Ha dimostrato di avere molte qualità e come gruppo bravi ad esaltare le sue qualità". 

Giocatori in grande ripresa come Hefti: "Nessuno si è tirato indietro, tutti grandiosi. Tante situazioni con problemi vari a livello muscolare o articolare ma tutti sono stati dentro e hanno voluto dare un grande contributo. Ma ancheil grande rispetto che abbiamo avuto reciprocamente". Incontro con la società: "Lo avremo sicuramente. Quando marito e moglie vanno d'accordo ci vuole poco per programmare e pensare al futuro. Importante la volontà da entrambe le parti. Io l'ho già detto che per me è stato un sogno allenare questa squadra". 


Altre notizie - La voce del Mister
Altre notizie