Genoa e Samp for Special Unite nel segno di Cambiaso Risso

13.10.2021 14:03 di Pierluigi Gambino   vedi letture

Solidarietà e inclusione: un matrimonio felice, che s'immerge anche nello sport paralimpico e nella disciplina più seguita: il football. Un nuovo vento, che soffia a favore dei diversamente abili e coinvolge diversi organismi. Il primo anelito di sport special si avvertì in Liguria nel lontano 1997, quando nacque il BIC Genova, ma in tempi più recenti quest'afflato si è moltiplicato di intensità e di incidenza sul territorio.

L'ultima iniziativa, presentata ieri nel salone più prestigioso di Palazzo Tursi, accomuna Genoa, Sampdoria ed un marchio notissimo e qualificato della vita economica cittadina: Cambiaso Risso. L'azienda di brokeraggio assicurativo, oggi guidata dall'amministratore delegato Mauro Iguera, non è nuova a sponsorizzazioni nell'ambito sportivo: basti pensare al Trofeo Ravano, a Stelle nello sport e, soprattutto, all'organizzazione del Challenger, che per anni ha rappresentato il principale evento tennistico del calendario genovese ed uno dei massimi nell'Italia intera, Davis a parte.

L'ulteriore step è quest'immersione nello sport sociale, “benedetta” dal Comune di Genova (al vernissage erano presenti i consiglieri Vittorio Ottonello e Stefano Anzalone), Regione Liguria (intervento via skype dell'assessore Ilaria Cavo) e dalla Federcalcio (rappresentata da Ludovica Mantovani), che due anni fa aprì lo specifico settore legato al football special. Oggi il movimento calcistico paralimpico in Italia racchiude la bellezza di 124 squadre e oltre tremila tesserati.

I due lubs genovesi si sono lanciati in questa branca nel 2017. “E il loro ingresso - ha sottolineato Iguera – è particolarmente significativo proprio per la loro antica vocazione legata allo sport business e ai professionisti miliardari. Stavolta favorito è stato lo sport sociale come fattore inclusivo”.

Genoa e Samp raggruppano nelle proprie formazioni maschi e femmine, già impegnati nella disputa di interessanti amichevoli. A breve sarà ufficializzato il calendario federale, con le nostre due alfiere iscritte ai concentramenti interregionali (avversarie le piemontesi e le lombarde), propedeutici alle successive fasi nazionali. L'obiettivo però non è vincere ma divertirsi tutti assieme, praticare uno sport al massimo delle proprie possibilità, con il massimo entusiasmo e con l'orgoglio di indossare le magliette - rossoblù o blucerchiate - con il marchio Cambiaso Risso.

                              PIERLUIGI GAMBINO