Blessin: "I tifosi ieri al campo? Un segnale forte per noi in vista di Verona"

03.04.2022 16:01 di Franco Avanzini   vedi letture

Una trasferta importante, basilare nel futuro del Genoa in quel di Verona dove domani alle ore 18.30 contro l'Hellas del tecnico Igor Tudor. A presentare la sfida è intervenuto mister Alexsander Blessin dopo il bagno di folla di ieri al Centro Sportivo Signorini e l'alto numero di sostenitori rossoblu che seguiranno la squadra in Veneto: "Fa sempre bene avere una sosta per respirare anche se ancora abbiamo molto da fare e da lavorare. Avevamo otto giocatori in Nazionale, da una parte sei contento per questo ma dall'altro lato ti mancano per l'allenamento giornaliero. Sono tornati e abbiamo visto dei video per proseguire nel nostro lavoro".

Giornata importante quella di ieri con la presenza dei tifosi al campo di allenamento: "Posso parlare solo per me e dico che è stato un gesto eccezionale. Già sono stati eccezionali allo stadio ma quello che è accaduto ieri è stata una cosa bellissima, da ammirare. E' stato un segnale anche per noi, vedere che tifosi, staff e squadra sono uniti e si sostengono. Adesso abbiamo un sentimento positivo nell'avere dei tifosi così alle nostre spalle".

L'effetto dell'arrivo di mister Blessin sulla squadra: "Mi riempono d'orgoglio i dieci punti fatti anche se potevamo averne due in più. Sono orgoglioso per quanto fatto e per come la squadra ha reagito oltre all'euforia dei tifosi. Ma non abbiamo ancora raggiunto nulla e dobbiamo continuare a lavorare. Dobbiamo tenere questa euforia lavorando assieme, dobbiamo mantenere la concentrazione e proseguire nel nostro lavoro. Sono contento che i ragazzi abbiano preso la giusta strada".

Verona che punta molto sull'uno contro uno come accaduto contro Atalanta e Torino: "Loro giocano a specchio con l'avversario e a volte giocano a tre. Lo abbiamo visto. Forse non è la squadra che gioca velocemente in contropiede ma hanno qualità in possesso palla e palleggio e cercano di portare molti giocatori in attacco risultando molto pericolosi. Se li lasciamo giocare i giocatori del Verona hanno grande qualità e possono diventare pericolosi. Dovremo stare molto attento a chiudere le linee"

Amiri e Destro nelle ultime settimane sono quelli che sono apparsi più tristi, quanto ha dovuto lavorare sui due calciatori? "Nella partita col Torino ci sono state due situazioni che hanno portato a escluderli per motivi tattici non perché giocassero male. Non ci sono assolutamente problemi. La cosa più importante è che ogni giocatore sul campo renda al massimo. Ritroviamo giocatori che erano infortunati come Criscito, Piccoli e Ekuban e ci aiuteranno ad aiutare la squadra durante le partite".

Quindi Piccoli e Ekuban convocati per domani? "Sì, Roberto già la settimana scorsa si era allenato e questa setimana si è aggiunto Ekuban che si è allenato molto bene, entrambi potrebbero avere minuti di gioco e stanno bene fisicamente".