Nicola: "Stiamo ritrovando la nostra identità"

12.07.2020 20:53 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Queste le parole di Davide Nicola al termine della vittoriosa gara del Luigi Ferraris contro la Spal:

"Le prossime tre gare fondamentali? Io non utilizzo mai questi termini da out-out, non ritengo siano utili e produttivi. Sono molto importanti, perché ci danno la possibilità di conquistare qualcosa di altrettanto importante. In gare come questa di oggi, di scontato non c'è nulla. Stiamo ritrovando la nostra identità, e il gioco che ci fa trovare la possibilità di raggiungere risultati importanti".

Su come si vive un momento successivo al rigore sbagliato:
"Il rigore di Iago è un rigore su cui è stato bravo anche il loro portiere. Era anche giusto che non facesse il terzo gol su rigore, volevo segnasse su azione per dimostrare che è tornato. Ha giocato per la squadra, con umiltà, e quando ci si mette a disposizione non c'è errore che tenga perché fa parte del gioco".

Su che Genoa voleva vedere:
"Il fuoco dentro fa parte dell'anima, dello stato emotivo di un giocatore. Non c'è nessun progetto che si regga soltanto sulle capacità tecnico-tattiche. Oggi il fuoco c'era anche fuori, viste le temperature. Devi essere abile a gestire tutto".

Su Iago Falqué:
"Non giocava da aprile dell'anno scorso, e con noi su 6 partite ne ha fatte 5. Ritengo che per lui sia importante, come per gli altri, essere utile alla causa e quando chiamati dal primo minuto essere in grado di avere quella qualità. Iago è rimasto in campo perchè stava facendo le cose giuste per la squadra e perchè aumentava la qualità del palleggio.

Su Pandev e Schone:

Goran non lo scopro io. E' quello che ha il maggior numero di partite giocate. Per me è un giocatore importante perchè è un leader tecnico ed ha la capacità di guidare i compagni. Sono contento anche della prestazione di Schone, un giocatore di qualità che ha ritrovato il gol. La squadra si è mossa bene, si è mossa da squadra, e quando fai questo puoi vincere le partite.

Gip