Europeo 2020: Svezia che chiude prima, 3 a 2 alla Polonia eliminata

23.06.2021 19:56 di Franco Avanzini   Vedi letture

Nel girone E tutto è possibile e ognuna delle quattro squadre può qualificarsi ma pure essere eliminata. La Polonia si aggrappa al bomber Lewandowski per non fare anzitempo le valigie mentre sull'altro fronte, con 4 punti, la Svezia sta meglio ed ipoteticamente potrebbe anche accontentarsi del pareggio per arrivare agli ottavi della manifestazione continentale. Si gioca a San Pietroburgo e subito i nordici la sbloccano con Forsberg che in area vince un contrasto e in diagonale batte Szczesny, 1 a 0 dopo poco più di un minuto di gioco. Al 17' doppia traversa consecutiva di Lewandowski sempre di testa ma sul secondo tentativo poteva assolutamente fare di più essendosi trovato tutto solo a porta vuota. La Polonia attacca ma non crea, la Svezia controlla facendosi qualche volta vedere in avanti. Sul finire di tempo Zielinski impegna Olsen dalla distanza. Si chiude il tempo senza altre emozioni. 

Zielinski ancora pericoloso ad inizio ripresa con un tiro da fuori che chiama Olsen alla deviazione a mani aperte. Rispondono gli svedesi con Quaison che trova la parata di Szczesny. Polonia che non può difendere ma deve attaccare e va vicino al pareggio con Krichowiak che trova però ancora Olsen. Al 13' Kulusevski serve Forsberg che da fuori area trova l'angolo giusto per il 2 a 0. Passano due Lewandowski se ne va in contropiede sulla sinistra, rientra sul destro al limite dell'area e calcia perfettamente, 2 a 1. Polonia che pareggerebbe con Swierzock ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Polonia che ci prova con le forze residue a ribaltare il risultato ma la Svezia si difende bene. Al 38' ancora Lewandowski da centro area non sbaglia e fa 2 a 2. Ancora pericoloso il centravanti del Bayern Monaco, Olsen smanaccia la sfera. Nel recupero però Svezia che la chiude con Claessen perfettamente servito da Kulusevski, 3 a 2. E la gara si chiude qui.