Kevin Strootman: "Sono pronto a dare una mano a questa squadra"

15.01.2021 14:15 di Franco Avanzini   Vedi letture

Kevin Strootman si è presentato al Centro Sportivo Signorini con la presenza del diesse Francesco Marroccu che ha introdotto il centrocampista ex Roma: "Strootman arriva in Italia per dare una mano al Genoa e riprendere un discorso che si era fermato qualche anno fa. E' stata una trattativa veloce, durata solamente cinque giorni".

Il giocatore ha quindi iniziato parlando del suo stato di forma: "Io sto bene. Mi sono allenato sempre anche se non ho giocato molto nell'ultimo anno. Probabilmente devo ritrovare il ritmo partita. Fisicamente sto bene e sono pronto a giocare".  Grandi e positivi ricordi tra i tifosi della Roma: "Do sempre tutto per il club nel quale gioco. Ringrazio i tifosi della Roma ma anche quelli del Genoa; sono pronto a dare una mano a questa squadra".

Sulla classifica del genoa, Strootman dice: "Non merita quella classifica. Si stanno riprendendo, nelle ultime gare hanno giocato bene e io sono pronto a dar loro una mano". Su Ballardini, spiega: "Ballardini è contento che io sia arrivato al Genoa. Ci siamo confrontati e abbiamo parlato di tattica. Anche a lui voglio dimostrargli che sono pronto a giocare". 

Sulla scelta del Genoa: "Non ho giocato molto ultimamente. Ho parlato con la mia famiglia e volevamo tornare in Italia. Il Genoa era interessato a me e ha fatto di tutto per portarmi in rossoblu". Sulle aspettative: "Il Genoa ha avuto seri problemi col Covid, non ha la classifica che merita. C'è però un grande gruppo e vogliamo risalire la china". 

Sull'assenza del pubblico allo stadio Strootman commenta: "Qui ho giocato parecchio da avversario, è uno stadio simile a quelli inglesi. Al Genoa si sente l'assenza del pubblico. Noi dovremo essere bravi a lottare per oro mentre loro ci guarderanno dalle televisioni. Mi auguro che presto possano tornare allo stadio". Sulla sua pozione in campo: "Gioco dove mi metterà il mister. Devo ancora conoscere la squadra, dopo di che sarà l'allenatore. adecidere la mia posizione".

Non poteva mancare un pensiero alla Roma e al derby che si giocherà questa sera: "Brutto vedere il derby senza pubblico. Non è la stessa cosa giocarlo con o senza tifosi e sarà uguale anche qui. La Roma è una squadra forte, può lottare per lo scudetto. Possono vincere tutte le gare ma devono perdere quella del 7 marzo quando giocheranno contro di noi".