Il buongiorno

02.04.2021 05:30 di GianPiero Gallotti   Vedi letture

Venerdì 2 Aprile 2021

Il sole sorge alle 7,00 e tramonta alle 19,54

Il Santo del giorno:

San Francesco di Paola

Il meteo:

Sintesi:

Mattinata soleggiata sulla costa ligure fatto salvo la possibile penetrazione di isolate nebbie di mare (Caligo) su tratti di costa soprattutto del savonese orientale, genovese e Tigullio.

Al pomeriggio sole e qualche nuvola su centro-levante, nubi basse (Maccaja) e meno sole su Savona.

Caldo primaverile.

Dettaglio:

Nottata generalmente serena su tutti i settori, se si esclude durante le prime ore del giorno la presenza di qualche nebbia marittima.

Dalla mattinata la nebbia potrà farsi più presente su tratti di costa del centro levante, ma isolata e di difficile individuazione. Per il resto generale tempo soleggiato e mite.

Sereno su Imperia.

Ore pomeridiane con sole su Genova e levante.

Coperture basse di mare (Maccaja) potrà presentarsi sul savonese a coprire il cielo, soprattutto dell'immediato entroterra.

Serata senza variazioni.

Temperature stazionarie.

Vento di debole intensità dai quadranti meridionali. In leggero rinforzo da sud-est al pomeriggio.

Mare poco mosso.

Temperatura minima:  12°

Temperatura massima:  17°

Tendenza per sabato:

Sabato pasquale all'insegna della stabilità con tempo sereno prevalente su tutta la Liguria.

(www.meteolanterna.net)

La frase del giorno:

I brutti sogni sono di gran lunga meglio dei brutti risvegli.

(Stephen King - Scrittore e sceneggiatore statunitense - Portland, 21 settembre 1947)

Un po' di buonumore  :-)  :

La moglie rimprovera il marito seduto in canottiera davanti al televisore:
- Tutto il giorno lavo i vestiti e stiro. Lavo i pavimenti e pulisco le finestre. E tu? Non fai niente. Stai seduto qui, guardi la TV e aspetti che io ti porti da mangiare e da bere. Ma che razza di uomo sei tu?
- Paziente.

Canzonando:

Quante volte ci sarà capitato di ascoltare una canzone distrattamente, apprezzandone la melodia ma senza soffermarci a riflettere sul testo.

A volte le canzoni sono semplicemente strofe orecchiabili senza particolari significati, ma molto spesso invece in una canzone si nascondono grandi emozioni e magari anche piccoli insegnamenti. O comunque qualcosa su cui riflettere.

Ci piace dunque pubblicare i testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica, ma non solo. Se la cosa sarà di vostro gradimento ve ne proporremo quasi giornalmente anche altre, magari meno conosciute ma comunque meritevoli di attenzione.

A volte, leggendo solo il testo senza l'accompagnamento della musica, si possono cogliere sfumature di un brano che forse, pur conoscendolo, ci eravamo invece persi.

E magari è anche un'occasione per ricordare un brano dimenticato o per scoprirne uno mai conosciuto.

Se vi piace questo nostra piccola iniziativa magari fatecelo sapere lasciandoci un like o anche un commento sull'articolo nella nostra pagina Facebook. Ci farebbe piacere conoscere il vostro gradimento o meno su questa piccola nuova appendice che abbiamo deciso di inserire. Grazie.

Il brano che vi proponiamo oggi è una divertente canzone dei Buio pesto, gruppo genovese divertentissimo che, se già non lo conosceste, vi consigliamo di ascoltare.

Se volete potete poi anche ascoltare questa canzone cliccando sul titolo del brano che trovate in fondo dopo il testo.

Buona lettura ... e buon ascolto.

No ghe n'è (Buio pesto - Dall'album "Basilico" del 2004)

Ma ou belin,
ma ou belan,
ma ou belin,
ma ou belandi.
O gas, a lûxe, fattûe da pagà,
a speiza va fæta atrimenti no se mangia.
Belin figgieu, cosse ne tocca fà
pe campà, dimme un po tì,
co-i dinè che se guagnemmo.

Chi palanche no ghe no ghe n'è,
no ghe no ghe n'è, no ghe no ghe no ghe n'è.
Semmo misci musse no ghe n'è,
chi palanche no ghe n'emmo.

Chi palanche no ghe no ghe n'è,
no ghe no ghe n'è, no ghe no ghe no ghe n'è.
Semmo misci musse no ghe n'è,
chi palanche no ghe n'emmo.
E cûre, o mëgo, e tasce, e murte,
a fïa a s'allunga, u portafêuggio u se strense.
Belin figgieu, chi l'è un gran casin,
pe campà, comme se fà,
bezêugneva anà a roubà.

Chi palanche no ghe no ghe n'è,
no ghe no ghe n'è, no ghe no ghe no ghe n'è.
Semmo misci musse no ghe n'è,
chi palanche no ghe n'emmo.
Chi palanche no ghe no ghe n'è,
no ghe no ghe n'è, no ghe no ghe no ghe n'è.
Semmo misci musse no ghe n'è,
chi palanche no ghe n'emmo.

Ma ou belin,
ma ou belan,
ma ou belin,
ma ou belandi.

Non ce n'è

Ma ou belin,
ma ou belan,
ma ou belin,
ma ou belandi.

Il gas, la luce, fatture da pagare,
la spesa va fatta atrimenti non si mangia.
Cavolo ragazzi, cose ci tocca fare
per campare, dimmi un po tu,
con i soldi che guadagnamo.

Qui soldini non ce non ce n’è
non ce non ce n’è, non ce non ce non ce n’è.
Siamo misci storie non ce n’è,
qui soldini non ne abbiamo.

Qui soldini non ce non ce n’è
non ce non ce n’è, non ce non ce non ce n’è.
Siamo misci storie non ce n’è,
qui soldini non ne abbiamo.

Le cure, il medico, le tasse, le multe,
la fila s’allunga, il portafoglio si stringe.
Cavolo ragazzi, qui e un gran casino,
per campare, come si fa,
bisognerebbe andare a rubare.

Qui soldini non ce non ce n’è
non ce non ce n’è, non ce non ce non ce n’è.
Siamo misci storie non ce n’è,
qui soldini non ne abbiamo.

Qui soldini non ce non ce n’è
non ce non ce n’è, non ce non ce non ce n’è.
Siamo misci storie non ce n’è,
qui soldini non ne abbiamo.

Ma ou belin,
ma ou belan,
ma ou belin,
ma ou belandi.

No ghe n'è

Buona giornata a tutti.

Gip