Il Futuro è adesso

31.03.2021 16:02 di Luca Canfora   Vedi letture

Se l'intenzione, ed io ci credo, è quella di invertire la rotta degli ultimi 4 anni è il momento di pensare non solo alla prossima stagione ma ai prossimi 3-4 anni.

Tra prestiti, giocatori in scadenza di contratto e altri forse sul viale di fine carriera, 17 elementi dei 30 complessivi che compongono l'attuale rosa del Genoa non hanno la certezza di proseguire la propria avventura in maglia Rossoblu.

Per quanto riguarda i prestiti parliamo addirittura 13 giocatori: gli juventini Pellegrini, Perin, Pjaca e Rovella, gli atalantini Czyborra e Melegoni, i sassuolesi Goldaniga e Scamacca e poi ancora Onguene, arrivato a gennaio dal Red Bull Salisburgo,  Zajc del Fenerbahce, Paleari del Cittadella, Strootman dell'Olympique Marsiglia e Zappacosta del Chelsea. Se alcuni sono destinati a salutare la Liguria (Onguene, Pellegrini, Pjaca), altri potrebbero restare in rossoblù o addirittura essere riscattati dal club, come Melegoni, Goldaniga e Rovella, mentre per altri ancora (Strootman, Zappacosta e Perin) la permanenza è ancora da stabilire se non quasi impossibile (Scamacca).

Poi alla lista di chi è in bilico si aggiungono i tre con il contratto che andrà ad esaurirsi a fine giugno. Categoria di cui fanno parte i portieri Zima, Marchetti e il difensore Zapata.

Per quanto riguarda Ballardini sembrano non esserci dubbi sulla sua meritata permanenza, ma è fondamentale cominciare già adesso a pensare la squadra di domani, ad avere le idee chiare sulle basi necessarie a costruire quello che ci manca dal 2017: equilibrio, sintonia, serenità.

E' il momento di invertire la rotta, e non perché si chieda qualcosa di straordinario, ma perché è assolutamente ragionevole, possibile e doveroso, se ci riescono realtà decisamente meno blasonate e titolate del Genoa, che Genova, ed i genoani ricevano almeno un piccolo rimborso di quella gioia, leggerezza e amore che hanno donato a fondo perso da sempre.

Per sempre.

   Luca Canfora