Derby, tre date da ricordare: da dieci anni manca il successo casalingo

07.12.2021 11:15 di Franco Avanzini   vedi letture

E' la settimana del derby, della stracittadina, insomma di quella gara che tutti i tifosi attendono appena vengono stilati i calendari. E' una stracittadina in tono certamente dimesso a causa della posizione delle due squadre. Il Genoa è alla ricerca della prima vittoria casalinga di questa stagione 2021/2022. Ma ecco tre date da ricordare che hanno fatto la storia di questa contesa sempre molto sentita dai tifosi. ATTENZIONE: LE TRE DATE CORRISPONDONO SOLO ALLE SFIDE GIOCATE IN CASA DAL GRIFONE.

16 NOVEMBRE 1947: è la data inerente al primo derby disputato a girone unico ed è pure la data nella quale il Genoa lo ha vinto per la prima volta: 2 a 1 il risultato finale. Il Grifone er allenato da mister Garbutt e andò sotto nel punteggio a causa di una rete realizzata da Baldini. I rossoblu però rialzarono la testa pareggiando dopo 14 minuti dal fischio di inizio della ripresa con Verdeal. I conti furono chiusi al cinque minuti dalla chiusura con il gol segnato da Trevisani. In campo col Grifone c'erano pure Barison, Becattini, Sardelli e Brighenti.

29 NOVEMBRE 2009: è la giornata in cui il Genoa conquista un successo sui "cugini" con il maggior scarto in termini numerici. La gara infatti si chiude 3 a 0, una partita assolutamente senza storia.  Sampdoria travolta nei gol e nel gioco. In panchina per i rossoblu c'era mister Gian Piero Gasperini. La voglia di vittoria del Genoa si materializza subito, dopo appena 10 minuti, quando l'arbitro Rosetti concede un rigore che Milanetto trasforma. La partita potrebbe complicarsi allo scadere del primo tempo quando Biava viene espulso. Ma quel Genoa, in quella serata, era un trita sassi che non aveva paura di niente e di nessuno. Ed infatti dopo 8 minuti della ripresa Marco Rossi raddoppierà ed alla mezz'ora ancora su rigore Palladino non darà scampo ai blucerchiati. In quella squadra in campo c'erano anche Juric, Criscito e Palacio.

08 MAGGIO 2011: è il giorno in cui il Genoa ha vinto il suo ultimo derby giocato in casa (tutte le vittorie seguenti arriveranno, in campionato, sempre in casa dei blucerchiati). Incontro che si chiuderà 2 a 1 con Davide Ballardini a guidare la truppa dalla panchina. Inutile dire che è il derby firmato Boselli. Un argentino che non farà molto con la maglia del Grifone addosso ma sarà sempre ricordato per quella rete che servirà a mandare in Serie B gli avversari. Una partita che sembrava indirizzata sul pareggio per le reti di Floro Flores in chiusura di primo tempo ed il pareggio realizzato da Pozzi a metà ripresa. Proprio in pieno recupero un lancio di Milanetto sarà controllato in area di rigor da Boselli che si girerà palla al piede battendo il numero uno avversario con un preciso, chirurgico, diagonale. E' festa grossa in Gradinata Nord (e non solo).

Da quest'ultima data le due squadre, in casa del Genoa, si affronteranno ancora in nove circostanze con uno score di soli tre pareggi conquistati dai rossoblu. Ultimo dei quali lo scorso anno quando la gara si chiuse sull'1 a 1 con Zappacosta a portare avanti il Grifone raggiunto poi da una rete segnata da Tonelli.