The Day After, Eldor Shomurodov non sarà una meteora

04.01.2021 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Eldor Shomurodov, un nome, un calciatore. Ma quanti lo conoscevano prima che arrivasse al Genoa? Il giocatore uzbeko è giunto in Italia accompagnato da molto scetticismo ma anche tanta curiosità. Attaccante, centrocampista, o chissà quale ruolo poteva avere? Questo quanto pensato al suo sbarco in Liguria. Di certo ha impiegato un po' a capire il football nostrano e a capire i compagni. Con mister Maran qualche apparizione anche se, almeno inizialmente, il calciatore appariva spaesato, quasi un oggetto estraneo alla squadra. 

Ci ha messo un po' ma grazie alla sua volontà e alla voglia di mettersi in mostra ecco arrivare la sfida contro la Lazio. Mister Ballardini lo faceva partire dalla panchina per poi inserirlo nella ripresa. E l'uzbeko ha ripagato la fiducia con una prestazione davvero interessante. Partito in contropiede, saltava in dribbling un avversario prima di servire l'assist vincente per Mattia Destro. A seguire altre buone azioni con un gol sfiorato dopo essersi liberato bene di un avversario a centro area. 

E' chiaro come il calciatore, schierato di fatto centravanti con Scamacca sull'esterno, debba ancora migliorare ma sicuramente è sulla strada buona per potersi mettere in mostra anche nel nostro campionato. 

La gara contro la Lazio ha regalato il quarto punto a mister Ballardini in due gare. Di certo un pareggio meritato e il Genoa che si è visto soprattutto nella ripresa ha messo in mostra grinta e pure un buon gioco. Evidente come questa squadra debba essere migliorata e da oggi potrà farlo con il mercato di riparazione. Qualche elemento dovrà arrivare per rinforzare una rosa con alcune debolezza di troppo. Ma la strada intrapresa è quella giusta, adesso occorrerà non abbassare la guardia né a Reggio Emilia contro il Sassuolo e neppure tre giorni dopo contro il Bologna. Proseguire nella mini serie positiva sarebbe importante perché le squadre in fondo alla classifica non stanno certo a guardare: il Torino ha espugnato Parma e la Fiorentina ha conquistato un punto contro il Bologna. Di positivo, oltre alla sconfitta dello stesso Parma, c'è pure la battuta d'arresto dell Spezia che appare in fase discendente dopo una prima parte positiva di stagione. 

Con mister Ballardini però non ci sarà il rischio di abbassare la guardia ed anzi lo stesso allenatore saprà tenere tutti sulla corda per riuscire a portare il Genoa verso la salvezza, una salvezza non semplice ma certamente possibile anche in questa stagione.