The Day After, un buon pareggio per un Genoa in crescita

02.11.2020 10:00 di Franco Avanzini   Vedi letture

Un po' di paura nella ripresa è venuta sulla schiena dei tifosi genoani. Quando la Samp spingeva e creava opportunità poi per fortuna non sfruttate. Il Genoa è certamente cresciuto rispetto alle ultime prestazioni e sta ritrovando la squadra. Il lavoro del tecnico Maran sta dando, piano piano, i suoi frutti. Ci vorrà ancora un pochino di tempo ma la strada intrapresa è quella giusta.

Forse poi il Grifone ha trovato un attaccante. Scamacca ha timbrato il cartellino, ha lottato e si è battuto senza soluzione di continuità.  Presto per dire se si potrà contare per il futuro sui suoi gol ma la doppietta in Coppa e la rete segnata ieri sera fanno ben sperare. Il ragazzo ha dimostrato tanta buona volontà ed una grande voglia di emergere.

Di certo mister Maran sta ritrovando la sua squadra anche se qualche automatismo ancora è da verificare. Intanto dietro Criscito non è apparso al meglio della forma, sulla rete avversaria si è fatto superare in maniera quasi scolastica e poi non ha neppure cercato di contrastarlo in qualche modo. Il capitano rossoblu deve crescere, deve ritrovare alcune certezze e soprattutto una condizione che gli permetta di non arrancare dietro agli avversari.

In mezzo al campo continua a stupire Rovella che non pare un diciannovenne ma un esperto giocatore con alle spalle anni di massima serie. Ha il muso buono, sa allargare il gioco e giostra da par suo. Non per niente è finito nel mirino di Inter e Juventus che lo stanno osservando da tempo. Il rischio è il ragazzino lombardo voli via  verso altri lidi dopo una sola stagione da protagonista. Non va caricato di responsabilità,  potrà sbagliare (e capiterà, prima o poi), potrà giocare meno bene rispetto ad oggi ma il futuro è tutto suo. 

Mercoledì arriva il Torino, una gara che andrà fatta propria per metter fieno in cascina contro una avversaria attualmente in fondo alla graduatoria ma che ha dimostrato, nonostante tutto, di avere i mezzi per tirarsi su. Il Genoa però dovrà solo pensare a se stesso e conquistare tre punti che saranno basilari per il futuro anche perché dopo ci sarà un'altra sfida interna contro la Roma, di quelle, sulla carta, molto, molto difficile.