Rolando Maran: "Abbiamo gli stimoli giusti per far bene"

19.09.2020 13:34 di Franco Avanzini   Vedi letture

Prima conferenza stampa pre partita per il neo tecnico del Genoa Rolando Maran Nella sala stampa del Centro Sportivo Signorini, l'allenatore rossoblu ha presentato la gara di domani (ore 15, stadio Luigi Ferraris) contro il neo promosso Crotone. Questi i concetti sviluppati dal neo mister.

"Difficoltà nel poco tempo pervfare assimilare determinate cose. Negli ultimi giorni aggiunto sette giocatori quindi non facile ma non deve essere un alibi. Trovato disponibilità davtutti"

"Dai ragazzi mi aspetto che diano il massimo. È una squadra in continua evoluzione, occorre conoscerci e dal punto di vista della mentalità ho bisogno di vedere già qualcosa"

"In queste settimane abbiamo lavorato molto per creare una identità precisa. Per i nuovi diventerà più facile l'inserimento, con aspetti motivazionali che devono venire fuori"

"Vederci in queste griglie ci deve essere da stimolo. I giocatori arrivati hanno grande entusiasmo in una piazza dove poter fare qualcosa di importante. Dobbiamo conquistare la fiducia dei tifosi,.  Dobbiamo essere bravi in questo"

"Si sta lavorando bene per costruire una squadra che non faccia soffrire"

"La lista dei convocati c'è già e mancano solo gli infortunati e squalificati"

"Le neo promosse hanno una identità ben precisa. Ci sono difficoltà contro una squadra ben rodata ma contiamo solo noi. Dobbiamo andare in campo, essere meno belli ma portare a casa un risultato giusto"

"Ho lavorato su un modulo e qualche accorgimento che possa servirci in qualunque momento. Cambiando molto in questi giorni devo stare attento"

"Pjaca e Zappacosta arrivano da un percorso diverso, hanno fatto partite, parlerò con loro oggi e capirò se potranno essere utilizzati. Czyborra sarà convocato ma non so se potrà essere utilizzato "

"Destro come altri deve lasciarsi alle spalle quello che é stato. Lavora in maniera esemplare, dal punto del vista del morale non era al top inizialmente, ora è migliorato"

"Radovanovic aveva già giocato da difensore con me, d'altra parte non ne abbiamo in rosa al momento. Ha il passo per poterlo fare"

"Dobbiamo crescere di condizione per poi fare i vari accostamenti. Si può intraprendere anche il percorso di far giocare assieme Badelj e Schone"

"Noi siamo chiamati a guadagnarci la fiducia sul campo, spero presto che i tifosi quando arriveranno siano già innamorati di noi. Spero tornino presto allo stadio"

"Criscito e Sturaro non possono essere utilizzati"

"Cinque cambi possono aiutare qualsiasi squadra"

"Il calcio è dei tifosi e sarebbe giusto tornassero al campo. L'apertura a mille tifosi in Emilia può essere un primo passo positivo"