Genoa-Roma, tre date da ricordare: quella pazzesca rimonta

17.11.2021 10:10 di Franco Avanzini   vedi letture

Torna il campionato di Serie A dopo la sosta dovuta agli impegni delle varie Nazionali impegnate per le qualificazioni ai prossimi Mondiali Qatar 2022. E la prima gara dell'era Shevchenko sarà contro la Roma di mister Mourinho. Partenza subito in salita per un tour de force che, sino al prossimo Natale, opporrà il Grifone contro le migliori squadre del torneo oltre al derby della Lanterna. Ma tornando alla sfida ai romani ecco tre date che vogliamo ricordare, tenendo presente che nelle ultime sette sfide genovesi i liguri hanno conquistato solamente due punti.

23 febbraio 1958: è il Genoa di Dal Monte, Barison e Abbadie, allenato da Frossi contro i giallorossi che possono contare su Lojodice e soprattutto in attacco Nordahl. Domina la squadra rossoblu che non da scampo agli avversari segnando quattro reti. Sono due le doppiette e portano le firme di Abbadie e Barison. Solamente nel finale i romani accorciano le distanze con le marcature di Magli e appunto Nordahl. Il tutto davanti a 22 mila tifosi festanti. Alla fine della stagione il Grifone manterrà la categoria mentre la Roma chiuderà in quinta posizione.

20 febbraio 2011: è una data che tutti i genoani ricordano. Una gara memorabile, una rimonta pazzesca. In panchina c'è mister Davide Ballardini, sull'altro fronte invece Claudio Ranieri. Ospiti che maramaldeggiano sino a trovarsi 3 a 0 al 6' della ripresa grazie alle reti di Mexes, Burdisso e Totti. Tutto finito? Assolutamente no perché il Genoa ha due frecce da scagliare e lo fa nel migliore dei modi. Palacio segna subito riaccendendo una piccola fiammella di speranza. Quindi Paloschi regala fiamma viva alla speranza ed infine ancora Palacio regala il pareggio ai liguri. La Roma sbanda in difesa e Paloschi ne approfitta ancora per segnare il decisivo 4 a 3 a cinque minuti dal termine. Il Grifone chiuderà la stagione al decimo posto con 51 punti, la Roma sesta.

18 maggio 2014: è la data dell'ultima vittoria del Genoa contro la Roma. Dopo quell'1 a 0 i tre punti non arrideranno più alla formazione genovese. E' il Genoa di mister Gasperini che si regala la vittoria grazie alla segnatura del greco Fetfatzidis. Rete che giungerà a sette minuti dalla fine della partita. Di quell'undici di partenza è presente ancora oggi Stefano Sturaro. Rossoblu che si salveranno con il 14esimo posto mentre i romani finiranno secondi alle spalle della Juventus. Gilardino il goleador genoano con 15 reti. Incontro disputato nella giornata di chiusura della manifestazione nazionale.