The Day After, ancora errori individuali condannano il Genoa

10.05.2021 10:00 di Franco Avanzini   Vedi letture

Ancora errori dei singoli giocatori, ancora momenti in cui il cervello si annebbia e il patatrac si compie inesorabile. Oramai sembra un disco rotto, di quelli che non si possono aggiustare più. Il Genoa contiene un Sassuolo sicuramente più propositivo, cerca qualche volta di affacciarsi dalle parti di Consigli ma poi rovina tutto con alcuni calciatori cui sparisce l'attenzione. Eppure senza gli spettatori dovrebbe teoricamente esser più facile, almeno in questo senso. Si è sempre detto infatti che calciatori "timidi" potessero soffrire qualche fischio di troppo da parte dei tifosi quando questi commettessero errori. Questa scusante non c'è più: non c'è pubblico e i calciatori, anche nei momenti in cui sbagliano, non sentono rumoreggiare la Gradinata o addirittura l'intero stadio. 

Questa volta sul banco dei "cosi detti" imputati, salgono Edoardo Goldaniga e Andrea Masiello. Il primo in effetti sul gol di Raspadori non sale in tempo mantenendolo in gioco. Da dire peraltro che pure Zapata non è perfetto facendosi infilare centralmente dall'attaccante della nazionale Under 21. Di certo molto più grave l'indecisione di Masiello. Sulla rete di Berardi tocca indietro un pallone alla ricerca del portiere Perin. La sfera colpita male si inarca e di fatto viene ceduta a Berardi che si viene a trovare liberissimo dinnanzi al numero uno genoano. Sicuramente quello dell'ex giocatore dell'Atalanta è un errore molto più grave rispetto a quello commesso dal suo compagno. 

Ed ecco dunque che, una tranquilla salvezza quasi raggiunta qualche tempo fa, sta diventando una piccola scalata. Tanti errori dei singoli, qualche decisione sui cambi del tecnico che non sempre sono apparsi perfetti ed ecco che le ultime tre gare di campionato determineranno la permanenza nella massima serie del Grifone. Da non crederci dopo le sette gare utili consecutive quando arrivò mister Davide Ballardini. 

E adesso che succederà? Di certo la gara di mercoledì a Bologna diventa molto importante. Non perderla sarebbe importantissimo. Di certo occorrerà che i giocatori che scenderanno in campo possano mantenere alta l'attenzione dal primo all'ultimo minuto. E' chiaro che la squadra non stia attraversando un periodo brillantissimo, che la stanchezza si faccia anche sentire ma è pur vero che le battute d'arresto di Zappacosta e soci sono per la maggior parte giunte a causa di errori individuali. Chiudere il prima possibile questa stagione sarà importante per cominciare a programmare la prossima, possibilmente cercando di non commettere più i "soliti" errori fatti da alcune annate a questa parte.