The Day After, un buon Natale da parte di un Genoa sparagnino

23.12.2023 10:00 di Franco Avanzini   vedi letture

Eh si, ci voleva proprio un successo in trasferta dopo mesi di vacche magre lontane dal Ferraris. Ci voleva come il pane per regalarsi anche un Natale se non altro tranquillo e per far capire a tutti che il pareggio interno contro la Juventus non è stato un caso. Vincere al Mapei Stadium non è mai semplice per il Grifone se è vero che sinora nelle precedenti nove gare solamente alla prima i rossoblu avevano portato a casa l'intera posta in palio. Vincere poi in rimonta è sicuramente ancora più bello, e lo è ancora di più se a segnare al 90esimo non sono gli avversari come spesso accaduto ma i liguri.

Poi la sorpresa più bella è stato il goleador di giornata, colui che ha regalato i tre punti alla squadra, quello forse meno atteso, sicuramente il più vituperato in questi ultimi mesi, Chaleb Ekuban. Il ragazzo si è sempre allenato bene, mai una parola fuori posto, ha atteso il suo momento e quando tutti pensavano che il pareggio avrebbe chiuso il match eccolo mettere la zampata, anzi falcata, decisiva portandosi a spasso un avversario e trafiggendo Consigli. Apoteosi in campo, apoteosi sugli spalti e apoteosi in mister Gilardino che mai avevamo visto esultare così, come se a segnare fosse stato lui.

Una liberazione anche per il tecnico che ha sempre creduto nell'attaccante, lo ha spronato sempre e ne ha sempre parlato bene. E questa volta Ekuban lo ha ripagato nel migliore dei modi. Dopo l'assist per Gudmundsson sul gol pareggio contro la Juventus eccolo adesso invertire le parti, ricevere palla dall'islandese e segnare a sua volta. Che sia nata una nuova coppia gol? Calma, non esaltiamoci troppo ma di certo il coloured sicuramente può diventare giocatore importante per questo Genoa.

Per il resto la velocità di Laurentié ha rischiato di mandare a carte quarant'otto tutto quanto aveva programmato mister Gilardino. Imprendibile un po' per tutti. il giocatore del Sassuolo si è bevuto agevolmente Bani (forse troppo solo a fronteggiare l'avversario sull'azione della rete nero-verde) ma non ha disdegnato i saltare tranquillamente anche Sabelli inaltre circostanze. Per fortuna a parte quella azione gol per il resto poco ha concluso ed anche i suoi tiri spesso sono risultati sballati. In una difesa dove il principale uomo, quello di esperienza, non stava facendo una gran figura anche Dragusin e De Winter hanno patito qualche problemino di troppo anche se alla fin fine Pinamonti ha segnato con molta fortuna il vantaggio locale con il rumeno che poi gli ha messo la museruola mentre De Winter è risultato decisivo con il colpo di testa che ha portato al rigore concesso grazie al Var. 

Squadra che oggi si ritroverà al Signorini per smaltire i postumi della gara di reggio Emilia, domani vacanza per trascorrer il Natale in famiglia e poi subito la ripresa perché ci sarà una gara importantissima al Ferraris venerdì prossimo. In arriva infatti è l'Inter capolista, un match sicuramente da tutto esaurito. 


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie