C'era una volta il Genoa

28.11.2020 15:39 di Luca Canfora   Vedi letture

Durante l'ultima puntata di #ONEGENOA di lunedì scorso abbiamo preparato e snocciolato tutti i dati della gestione del Genoa degli ultimi 4 anni, 2016 - 2020.

Non li ripeterò, ma chiedo scusa per un errore che non avevo previsto. Abbiamo cambiato 11 allenatori e 5 Direttori Sportivi in 4 anni. O almeno lo credevo. Certo non potevo prevedere che dopo aver vinto, non perso, ma vinto perentoriamente il Derby di Coppa Italia avremmo aggiornato i dati sui Direttori Sportivi. 

Vi chiedo scusa per questo gravissimo errore. Mezz'ora fa i Direttori Sportivi sono diventati 6.

Nelle ultime due puntate abbiamo esternato, seppur educatamente e con il rispetto doveroso che si deve a chiunque, il nostro grande, estenuato e profondo disappunto per la gestione societaria di questi ultimi anni. Non ci aspettiamo che interessi a nessuno, tantomeno al Signor Preziosi, che dubito sappia della nostra, e della mia esistenza.

Il mio amore per la mia squadra del cuore, per la sua credibilità, per la mia città, per la storia che rappresentano sia l'uno che l'altra, e la mia onestà intellettuale, mi impongono di ribadire nuovamente, avvilito ma non rassegnato, la mia posizione.

Questo modo di gestire il mio Genoa è inequivocabilmente privo di amore, di passione, di progettualità, di decoro, di serietà, di stile, e di funzionalità.

Lo dicono i risultati, lo dice la logica, lo dice il buon senso, lo dice il buon gusto.

Signor Preziosi, si ravveda.

C'è stato un tempo in cui tutto questo ha funzionato, Lei è stato bravo, ed io non dimentico le cose buone che ha fatto, la storia gliele riconoscerà. Io gliele riconosco.

Lei ha anche amato il Genoa. Una volta.

Io ho creduto in Lei. C'è stato un momento in cui ho creduto che Lei fosse quell'uomo. Lei sa cosa intendo. Quello giusto. Era il 2005. Poi è stato il 2007. Non importa come sia andata, esattamente come in amore. Forse io ho sbagliato, forse Lei ci ha provato, forse no, forse ha sbagliato anche Lei, forse abbiamo sbagliato tutti qualcosa. La verità non è mai unica, unilaterale, granitica.

E' andata così, restano le cose buone, quelle meno buone. Come in amore.

Non vinciamo niente da un secolo, a parte piccole cose per sorridere una notte. Una notte sola. Non è questo il punto. 

Ma abbiamo bisogno di amore Presidente, e di qualcosa da sognare la notte. Anche una sola notte. E se ci pensa bene, anche Lei Presidente, anche Lei, con tutti i suoi soldi, successi, ne ha bisogno come noi, come tutti.

C'era una volta il Genoa.

Ed il Genoa ci sarà ancora. 

   Luca Canfora