Gilardino: "La gara di domani molto importante. Retegui lo valuterò oggi"

01.12.2023 13:09 di Franco Avanzini   vedi letture

Troppo importante la gara contro l'Empoli di domani per il Genoa. Una sfida che i rossoblu non dovranno sbagliare arrivando poi una serie di gare certamente non semplici. Il tecnico Alberto Gilardino ha parlato nella panchina di Villa Rostan presentando la sfida e ovviamente parlando anche dell'attaccante Mateo Retegui: "La gara contro l'Empoli è importante come le altre e va affrontata allo stesso modo, con determinazione, con umiltà ma anche con la consapevolezza di quello che vogliamo".

Sul centravanti rossoblu, il tecnico non si sbilancia troppo: "Valuteremo oggi, tre allenamenti con la squadra li ha fatti ma non è certo al massimo della forma". Un Genoa diverso tra il primo ed il secondo tempo quando la squadra ha un calo che la porta a perdere parecchi punti: "Ne parlo con lo staff ma anche con i giocatori stessi. Oramai le gare durano anche 100 minuti ed occorre tenere alta l'attenzione per tutto il periodo. Lo deve fare chi inizia la gara ma anche ci subentra a gara in corso che deve dare il proprio apporto. Vogliamo migliorare questa situazione". 

Prima rete realizzata a Frosinone da Malinovskyi: "Deve essere un giocatore determinante per la squadra grazie al suo sinistro ed alla sua qualità". Retroguardia con più scelte "Le scelte non mi mancheranno Tutti domenica scorsa mi sono piaciuti, tornerà anche Vasquez ma non ci sarà Bani. La scelta comunque non mi mancherà". 

Non manca una disanima sull'Empoli: "Una squadra temibile che ha espugnato i campi di Firenze e Napoli. Ben allenata. Cercheranno le ripartenze sfruttando giocatori brevilinei che sono bravi sullo stretto. Dovremo avere il giusto atteggiamento in campo". Settimana che ha portato anche qualche critica sul tecnico: "MI sono isolato pensando solo al lavoro, quella è la cosa più importante. Sappiamo quale sia il nostro obiettivo sia io che i ragazzi. Abbiamo qualità ma dobbiamo lavorare per migliorare. Critiche e momenti negativi possono aiutare a crescere. Io la faccia ce la metto sempre".

Una delle critiche piovute su Gilardino sono stati i tre cambi contemporanei effettuati a Frosinone: "Anche a Bergamo avevo fatto dei cambi ed avevamo preso gol, come è avvenuto a Frosinone. Anche chi è fuori, come detto, deve vivere la gara come se la stesse giocando. Quando un giocatore mi chiede il cambio come avvenuto a Frosinone, devo fare delle valutazioni. Se fosse finita in parità sul Genoa sarebbero state fatte altre valutazioni".

Si può cambiare modo di giocare a seconda di chi scende in campo? "Può cambiare l'aspetto tattico a seconda di chi scende in campo. Con taluni giochi in una maniera con altri in un modo diverso".  In mezzo ci sono pure Jagiello e Kutlu: "Jagiello verrà in panchina domani. Kutlu mi ha dato risposte in allenamento. Finalmente ho visto la sua arrabbiatura per non essere stato utilizzato. Domani potrebbe essere della gara".

Sugli infortunati: "Spero di riavere Bani e Gudmundsson dopo la gara di Coppa Italia ma non voglio dirlo troppo forte. Anche Ekuban potrebbe essere pronto dopo la partita di Roma".


Altre notizie - La voce del Mister
Altre notizie