Pane, Genoa e Filosofia

20.07.2020 09:09 di Luca Canfora   Vedi letture

Credo che Talete fosse genoano.

Talete, considerato uno dei 7 Sapienti, viene indicato come il primo filosofo della storia del pensiero occidentale. In un aneddoto riportato da Platone, Talete viene raccontato come un pensatore immerso in riflessioni teoriche e poco interessato agli aspetti pratici poiché un giorno, mentre rivolgeva lo sguardo alle stelle, non si accorse che stava cadendo in un pozzo; per questo una serva lo derise, dicendo che desiderava conoscere le cose del cielo ma non si accorgeva di quelle sotto i suoi piedi.

Sì, sto cercando conforto nella filosofia, anche per le cose di Genoa. Filo, cioè desiderio di, aspirazione, amore per; e sofia, cioè sapere. Desiderio di sapere. In generale, non solo riguardo il Genoa. 

Al Liceo sostanzialmente studiavo due sole materie: matematica e filosofia. Papà mi disse che con la matematica avrei potuto mangiare, credo avesse ragione. Eppure mangiare non basta. Credo sia per questo che ho continuato a leggere, scrivere, suonare, immaginare, pensare.

Mangiare non basta. Vallo a dire a chi non mangia Luca. Lo so, lo so, mi posso permettere di guardare in alto come Talete perché ho la pancia piena. Non sono mica stupido. Quella è la prima cosa, ed è la condizione necessaria per poi potersi permettere di alzare lo sguardo e porsi le grandi domande.

Il Genoa ha vinto, W il Genoa.

Tre punti ad un certo punto insperati, fondamentali e meritati per quello che ho visto in campo. Quattro punti di vantaggio sulla terzultima, e quattro partite per non cadere insieme a Talete. E' tutto nelle nostre mani.

Ma voglio rovesciare il ragionamento. Benissimo evitare di cadere nel pozzo, questo è l'obiettivo di chi ama il Genoa, e credo che anche Talete avrebbe evitato volentieri di caderci dentro.

Tuttavia una vita spesa con gli occhi verso il basso, senza quel desiderio, quella aspirazione, quell'amore per il sapere, senza la ricerca di una domanda, di una risposta, di un orizzonte, è una vita povera, malinconica, spenta.

Ho bisogno di alzare lo sguardo, e se devo cadere preferisco farlo osservando le Stelle piuttosto che i miei piedi.

   Luca Canfora