Bologna-Lecce, un gol al 93esimo condanna i pugliesi alla sconfitta, 3 a 2

26.07.2020 19:12 di Franco Avanzini   Vedi letture

Un gol al 93esimo condanna il Lecce alla sconfitta a Bologna e per il Genoa un'ottima notizia dopo la sua sconfitta nella partita di ieri contro l'Inter. I felsinei vincono 3 a 2 sui salentini.

Dopo cinque minuti la gara sembra già incanalata verso la parte emiliana. Subito in apertura l'ex genoano Rodrigo Palacio segna servito da un tacco di Barrow; qualche istante dopo Soriano trova varco libero centralmente e scarica una conclusione con pallone in fondo al sacco: 2 a 0. E c'è di più Barrow prima calcia fuori di poco e quindi compisce un palo con una conclusione da fuori area. Ma nel calcio basta poco per cambiare l'inerzia di una sfida e al 1' minuto di recupero ecco che la difesa del Bologna non è perfetta, Skorupski devia una palla sul petto di Mancosu che, a un metro dalla porta, non ha difficoltà a metterla dentro.

Motivazioni a mille per i salentini nella ripresa che partono forte colpendo una traversa con Falco, sfera peraltro deviata dallo stesso portiere degli emiliani. Mancosu si mangia il pareggio con un rasoterra debole a giro. Di fatto il Bologna paga la poca lucidità commettendo parecchi errori nell'impostazione dell'azione. Così il pareggio è cosa fatta al 20' con Falco che scende sulla destra, converge e calcia, nulla da fare per il numero uno dei felsinei, 2 a 2. Pugliesi che hanno attaccato senza soluzione di cotinuità con Falco che vede una sua conclusione rasoterra ribattuta sulla linea di porta da Krejci. Ma al 93' ecco il contropiede del Bologna: Santander calcia sul portiere, la palla va a Orsolini che cede a Barrow che a prota vuota non sbaglia, 3 a 2 e il Lecce torna a meno quattro dal Genoa.