Shevchenko: "Vogliamo vincere per dare un segnale forte"

Il tecnico del Genoa Andryi Shevchenko ha presentato il match di domani contro lo Spezia. Grifone che va alla ricerca della prima vittoria casalinga
08.01.2022 13:21 di Franco Avanzini   vedi letture

Derby regionale per il Genoa contro lo Spezia dello squalificato mister Thiago Motta e a presentare una sfida importante come quella di domani (ore 18.30, il fischio di inizio) è l'allenatore rossoblu Andryi Shevchenko: "Domani avremo una partita importantissima. Nel caso di un risultato positivo ci avvicineremmo al nostro obiettivo".

Sarà il Genoa, almeno sulla carta giocando al Ferraris, a dover fare la patita: "Dovremo essere propositivi e dovremo gestire meglio la palla ricalcando il buon primo tempo svolto contro il Sassuolo. Dobbiamo migliorarci nei passaggi, nell'ultima gara ne abbiamo sbagliati alcuni semplici. Ho rivisto il match contro gli emiliani ed in un paio di circostanze dovevamo gestire meglio la sfera. Domani voglio una squadra compatta ed aggressiva cercando di fare la nostra partita".

Sull'arrivo del nuovo giocatore Yeboah, Shevchenko spiega: "Dovrà avere il tempo per allenarsi col gruppo e quindi inserirsi all'interno dello stesso. Vediamo di quanto tempo avrà bisogno". Possibile vedere in campo dal primo minuto Felipe Caicedo contro lo Spezia? "E' un giocatore importante con tanta esperienza ma arriva anche da due mesi di assenza causa infortunio. La sua condizione sta crescendo e pure la condizione allenandosi costantemente con il gruppo. Avrà il suo spazio se proseguirà su questa strada".

Hefti ha esordito a Reggio Emilia, si attende adesso Ostigard: "I nuovi giocatori vanno valutati in campo. I miei collaboratori mi avevano dato buone indicazioni e per questo Hefti ha giocato nell'ultima gara dall'inizio. La società acquista i giocatori che poi vanno inseriti all'interno del gruppo". Tornando alla gara contro lo Spezia ed alla sua importanza: "E' una partita fondamentale. Dobbiamo conquistare la vittoria per dare un segnale forte, che la squadra ha voglia di lottare per raggiungere il traguardo. Da troppo tempo non vinciamo in campionato. Sarà importante l'atteggiamento giusto che non dovrà assolutamente mancare".

La squadra a Reggio Emilia è partita bene ma poi è calata man mano che passavano i minuti: "Dobbiamo imparare a gestire meglio la palla, anche questo serve per ricaricare le energie". Al pari di Thiago Motta anche Sheva ha vinto la Champions ma ora deve lottare per la salvezza: "Ci vuole anche coraggio a fare questo lavoro, occorrono scelte. Non è semplice come mestiere il nostro, il rischio non manca mai". Giovedì poi ci sarà la Coppa Italia: "Intanto pensiamo alla gara di domani, poi vedremo come opporci al Milan in Coppa".

In mezzo c'è pure Melegoni: "Sta facendo bene ultimamente. Siamo contenti per come si sta allenando". In attacco fa grandi cose Mattia Destro: "Ogni domenica trova l'occasione per mettersi in mostra, è un grande giocatore. Sa sempre dove posizionarsi in area di rigore, ha il fiuto del gol. E' un giocatore fondamentale che va assolutamente aiutato da tutta la squadra". In mezzo al campo però non tutto fila liscio, forse manca qualche tassello: "Dobbiamo migliorare e se lo faremo la squadra cresecrà a sua volta". Infine una battuta sul capitano Criscito: "Si è negativizzato. Farà le visite mediche e lo valuteremo. Lo sue condizioni sono da monitorare ricordando che contro l'Atalanta era uscito prima dal campo a causa di un problemino fisico".